Avanade Williams: i Big Data al servizio della F1

Avanade

Chiedete a un pilota di F1 se sia più importante l’auto o chi la guida. Le ferree regole della comunicazione esterna del settore “consigliano” di rispondere sempre e comunque: il team. Dovremmo chiederlo a computer, sensori e telecamere e non è detto che non sappiano rispondere. Quelli dell’infrastruttura Avanade per Williams Martini Racing, per esempio, risposte ne danno già tante.

La partnership tra Avanade e la casa automobilistica fondata quasi quaranta anni fa da Sir Frank Williams è molto di più di un adesivo sul casco di Felipe Massa e di Valtteri Bottas.

Tutto è iniziato nel 2013, quando la scuderia F1 aveva bisogno di un certo scossone. Il primo passo di sir Frank fu di assumere Graeme Hackland come responsabile dell’It, uno con 18 anni di esperienza in pista.

Hackland, che raccoglieva i dati dalle auto con i floppy disk, ha coinvolto subito Avanade nell’avventura: si dovevano recuperare circa 5 anni di ritardo nei confronti delle scuderie concorrenti.

Oggi il reparto It della Williams è forse il più considerato denotando una totale devozione al dato da parte di tutto il team, compreso Rob Smedley, ingegnere di pista “personale” di Felipe Massa che, dopo Ferrari, l’ha seguito in Williams diventando l’ingegnere responsabile delle performance della scuderia inglese.

Con un piglio serissimo, che fa a botte con il meme “Felipe baby, stay cool” che l’ha reso famoso ai tempi della Ferrari, Smedley ci introduce alla partnership.

Le vetture trasmettono un migliaio di flussi di informazioni grazie a 200 sensori installati per un totale di circa 250 Gb di dati a weekend per entrambe di cui, alla fine, il 5% sarà realmente utile.

Rendere il dato significativo è la mission principale della partnership con Avanade, soprattutto se si considera che sir Williams per l’intera stagione mette sul tavolo un budget contenuto rispetto alle altre scuderie (200 milioni di dollari, la metà del team Mercedes, un terzo della Ferrari), budget che deve fruttare al massimo.

I dati vengono raccolti dalla factory itinerante della Williams e in parte elaborati in tempo reale. Successivamente vengono condivisi con l’headquarter di Wantage in Gran Bretagna grazie alla rete dedicata fornita da Bt – 100 Mbps in Mpls (multi-protocol label switching). Lì, ad aspettarli, un team di circa 40 persone supportati da un team dedicato Avanade di circa 20 risorse.

Il ricorso a una rete efficiente e al cloud ha permesso di ridurre notevolmente le infrastrutture itineranti, e quindi i costi di trasporto. A Monza abbiamo visto appena una decina di monitor e un paio di server in rack.

Tornando al dato e alla partnership, non è dato sapere quanti siano esattamente i progetti in cui Hackland ha voluto coinvolgere la joint venture Accenture-Microsoft ma sono certamente dell’ordine di decine: dal rifacimento a tempo di record del sito ufficiale agli strumenti più sofisticati per l’analisi dei dati delle corse e di singole componenti come il treno di gomme.

5 risultati ottenuti da Avanade

- Nuovo sito. Spostando il sito su Azure e facendo migrare in sede le funzioni di aggiornamento, Williams ha ottenuto un risparmio economico, che utilizza per produrre più contenuti e aggiornamenti più frequenti. (Avanade ha consegnato il nuovo sito Web in un mese).
- Treno di gomme. Avanade ha realizzato un tool per ottimizzare in tempo reale le performance dei treni di gomme utilizzati.
- Risorse Umane. il tool dedicato alle Human Resources di Avanade è finalizzato a prendere una decisione che riguarda un’assunzione o una riorganizzazione in massimo un’ora.
- Galleria del vento. il team Williams risparmia 300 ore uomo all’anno grazie ai nuovi test implementati da Avanade.
- Ottimizzazione. Secondo Avanade, gli ingegneri Williams risparmiano 4 ore a settimana evitando di compilare autonomamente i rapporti sugli errori effettuati nei test.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here