Home Digitale Zucchetti, l'HR come Human Revolution per affrontare il cambiamento

Zucchetti, l’HR come Human Revolution per affrontare il cambiamento

Grazie al contributo di Domenico Uggeri, vicepresidente Zucchetti, abbiamo affrontato il tema della realtà del mondo HR, fortemente condizionata da un anno dominato dalla pandemia
Con il lento rientro della situazione emergenziale, sta emergendo uno scenario in cui il lavoro ibrido sarà probabilmente la soluzione d’elezione per molte organizzazioni. In che modo l’HR si sta adattando alla nuova normalità?

Secondo Uggeri, se da una parte è evidente e ampiamente condivisa l’opinione che per continuare a competere non si possa fare a meno di ricorrere alla digitalizzazione, non sembra invece così diffusa la consapevolezza che sia necessario progettare una “Human Revolution” che comprenda, oltre alla tecnologia, il coinvolgimento delle persone e un ripensamento dei processi e modelli organizzativi.

Perché è solo attraverso la creazione di ambienti di lavoro più coinvolgenti, connessi e partecipativi che le persone si sentono valorizzate e risultano così più motivate, generando migliori risultati in termini di performance.

È quindi necessario favorire il cambiamento della cultura organizzativa e adottare soluzioni tecnologiche capaci di gestire in modo nuovo le attività amministrative e organizzative inerenti alle risorse umane, arrivando a creare un ecosistema digitale che consenta un’efficace connessione tra processi e persone.

      Domenico Uggeri – vicepresidente Zucchetti
Domenico Uggeri, vicepresidente Zucchetti

Uggeri si riferisce a nuovi modelli di comunicazione e collaborazione efficaci e capillari, sistemi di pianificazione di costi, spazi e tempi di lavoro, nuove competenze da trasferire a manager e dipendenti, dashboard di monitoraggio per il continuo miglioramento.

Il cloud è il punto di partenza per questa svolta nel campo delle HR, in quanto rappresenta la modalità di fruizione degli applicativi che permette sia di avere a disposizione i dati aziendali senza vincoli di luogo o tempo, sia di utilizzare le soluzioni al massimo delle loro potenzialità, senza la necessità di una complessa infrastruttura IT interna, ma con un semplice collegamento a Internet.

Al cloud si collega inevitabilmente il concetto di mobile, in quanto le applicazioni diventano accessibili non solo da pc, ma con qualsiasi device, ossia tablet, smartphone o smartwatch, in qualsiasi momento della giornata, senza gli ostacoli degli hardware on premise legati all’apertura dei server interni.

E poi la tecnologia web è disponibile per tutti, anche per chi non ha una postazione pc, come gli operai di un’azienda manufatturiera. La Human Revolution di Zucchetti si estende quindi a tutti gli strumenti, rendendo la vita più facile a manager, impiegati e operai.

zucchetti hr

Con quali soluzioni agevolate le organizzazioni, alle prese con forze lavoro distribuite e orari di lavoro sempre più diversificati, fra presenze in sede e lavoro da remoto?

Oggi chi sceglie la suite di gestione del personale di Zucchetti ha davvero la possibilità di entrare nel mondo del lavoro del futuro, anche per la ricchezza applicativa dell’offerta: si parte dalle soluzioni di tipo amministrativo come paghe e presenze, a quelle di tipo organizzativo come la selezione del personale, il talent management, la gestione della mobilità, a quelle dedicate alla sicurezza sul lavoro e al welfare aziendale e molto altro ancora. Un’offerta caratterizzata da un’innovazione continua, che punta anche su sistemi di intelligenza artificiale e IoT per supportare al meglio i processi decisionali e automatizzare il più possibile le attività a basso valore aggiunto.

Zucchetti ha, quindi, ridefinito la sua offerta HR in questa ottica, creando quattro diverse piattaforme applicative personalizzate sulla base dei diversi target di mercato: HR Smart, pensata per le micro e piccole aziende; HR Infinity, adatta a medie imprese e a professionisti o consulenti del lavoro; HR Project, che propone soluzioni avanzate; infine, HR Next, rivolta ai grandi progetti di Digital transformation e alla PA centrale.

Per quanto riguarda, invece, il modello di lavoro ibrido, capace di conciliare i vantaggi del digitale per svolgere al meglio la propria attività anche senza dover essere sempre fisicamente in azienda, Zucchetti ha realizzato specifiche soluzioni legate alla ‘nuova normalità, anche per prevedere il ritorno in sicurezza sul proprio luogo di lavoro, come ZWorkspace, l’applicazione che consente di prenotare desk, sale riunioni e persino i parcheggi tramite una app. Poi le soluzioni integrate con i sistemi di controllo accessi e termoscanner e la nostra soluzione mobile ZConnect con cui inviare in tempo reale lo stato di salute all’ufficio del personale. Senza dimenticare la suite Safety Solution integrata con protocolli di sicurezza anti-Covid. Molti clienti ci hanno chiesto anche consulenza per organizzare al meglio l’attività in smart working e affrontare la parte di gestione del personale. Per questo motivo esiste un team che accompagna le imprese verso l’organizzazione agile.

L’obiettivo degli HR manager, infatti, è sempre di più quello di creare una employee experience capace di ingaggiare e trattenere i migliori talenti, quindi anche la formazione deve essere innovativa, con aggiornamenti costanti delle skill del personale tramite percorsi di elearning e gamification, nonché programmi di welfare e attenzione a tematiche legate alla salute, al benessere sul lavoro e alla mobilità in ottica green.

Con Zucchetti tutto ciò è disponibile mediante un unico fornitore, con il grande vantaggio di disporre di soluzioni integrate tra loro che poggiano su un’unica base dati e che sono disponibili in diverse lingue per supportare le organizzazioni di tutto il mondo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php