WooCommerce

È  ufficialmente disponibile WooCommerce 3.9, il nuovo aggiornamento della piattaforma di ecommerce basata sul plugin open source per WordPress, il CMS più utilizzato al mondo e anch’esso open source.

L’ultimo update, sottolineano gli sviluppatori, è in fase di sviluppo da novembre 2019 e contiene circa 600 commit da parte di 18 collaboratori.

Quale minor release, con variazione solo della cifra decimale della versione, dovrebbe essere compatibile senza problemi con le versioni precedenti di WooCommerce. Tuttavia, come avvertenza di buon senso, gli sviluppatori consigliano sempre di verificare che tutti i plug-in e il tema utilizzati siano compatibili, prima dell'aggiornamento. Oltre a questo, per stare tranquilli, meglio sempre fare copie di backup del sito, prima di installare un update.

WooCommerce

Tra le novità principali, la release 3.9 viene distribuita con WooCommerce Blocks 2.5.11, nuova versione del plug-in che consente di visualizzare il catalogo dei prodotti sulle pagine del sito. WooCommerce Blocks 2.5.11 include il nuovissimo blocco “All Products” con funzionalità di filtro e paginazione, tra gli altri miglioramenti.

Il blocco “All Products” per il Block Editor offre la vista a griglia dei prodotti dello store, completa di opzioni per scegliere l’ordinamento. È stata anche aggiornata l'interfaccia utente, che ora consente di aggiungere, rimuovere o spostare blocchi all'interno di un altro, mediante gli Inner Blocks. C’è poi la possibilità di applicare filtri per prezzo e per attributi del prodotto e di visualizzare le opzioni di filtro attive.

WooCommerce

Sin da WooCommerce 2.3, rilasciato a febbraio 2015, viene integrato il database di geolocalizzazione MaxMind GeoLite2, utilizzato per determinare il Paese di un cliente. Molti store owner, evidenziano gli sviluppatori, potrebbero non essere a conoscenza di questo componente utilizzato “dietro le quinte”.

MaxMind, spiegano WooCommerce, ora richiede che tutti gli utenti accettino lo end-user license agreement (EULA) per poter scaricare il database GeoLite2. Di conseguenza, gli sviluppatori di WooCommerce hanno dovuto apportare alcune modifiche e, per sfruttare questa funzione nel proprio store, è adesso necessario disporre di una license key MaxMind. WooCommerce 3.9 include MaxMind nella scheda relativa alle integrazioni: qui lo store owner può inserire la propria key e saperne di più su questa funzione.

Sono anche cambiati i requisiti minimi per ciò che concerne WordPress e PHP. WooCommerce 3.9 ora richiede WordPress 5.0 e PHP 7.0 o versioni successive per funzionare.

WooCommerce

Gli sviluppatori di WooCommerce hanno poi apportato ulteriori miglioramenti, correzioni e rifiniture.

Potrebbe interessarti anche:
Fare ecommerce con WordPress: Aruba Hosting WooCommerce Gestito
Shopify Email, email marketing integrato nell’ecommerce

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome