Wildix scommette su WebRtc e App

Nuovi paradigmi per la cmunicazione real time via browser e un App Store per le Api: Wildix guarda a un futuro che sa di internazionalizzazione.

È WebRtc il paradigma sul quale Wildix sta costruendo la sua strategia di prodotti e soluzioni.
Si tratta di una tecnologia open source che consente la trasmissione di dati peer-to-peer tra 2 browser in modo semplice e immediato, garantendo un'ottima qualità nella comunicazione vocale senza imporre lunghe e onerosa fasi di deployment.

”In Italia - spiega Stefano Osler, Ceo di Wildix - è uno standard ancora poco conosciuto, ma all'estero sta già riscuotendo ampi consensi. Noi siamo parte del gruppo dei sostenitori internazionali del progetto”.
Osler racconta di come la comunicazione real time via browser si indirizzi ad ambiti applicativi molto diversi tra loro: serve per inserire sui siti web funzioni di chiamata via audio e video, è utile per attivare servizi di telemedicina nelle zone rurali, come si sta sperimentando in Francia, è interessante per portare innovazione nell'ecommerce.
”WebRtc - spiega ancora Osler - apre nuovi mercati geografici e verticali. È completamente integrato nei sistemi di unified communication e guarda già anche alla collaboration. Per noi, in questo momento, rappresenta anche una importante occasione di apertura verso altri mercati, anche esteri, come portatori di una proposta tecnologicamente innovativa”.
Ed è proprio la spinta innovativa che ha consentito alla società una crescita del 34 per cento in Italia, a tre cifre in Francia, dove le attività sono appena partite, e significativa anche in Germania.

La proposta WebRtc di Wildix è Kite, una soluzione indirizzata al mercato professionale e
totalmente integrata nel sistema di Comunicazione Unificata Wildix che
consente di effettuare comunicazioni attraverso il proprio sito Web.

Non richiede installazione di software aggiuntivi ma integra funzionalità di intelligence che consentono di profilare gli utenti connessi al sito in base alla loro attività online, indirizzando così la chiamata verso l'operatore più idoneo a evaderla.
Tra le prime applicazioni, Wildx ha implementato la nuova tecnologia nel sistema di gestione appuntamenti delle Acli di Bolzano.

Tra le altre novità che hanno caratterizzato la seconda parte del 2013 della società e ancor più caratterizzeranno il 2014, c'è il Wildix App Store, un progetto che identifica le applicazioni più innovative e performanti da integrare nel sistema di Unified Communications.
”Si tratta di sviluppare le Api per integrare le unified communication con il Crm, con i software di archiviazione e gestione documentale e con altre applicazioni di tipo aziendale. È stata curata ad esempio l'integrazione con il runtime di BusinessOne di Sap, con Onlyconnect di Axioma”. Le applicazioni vengono promosse sul portale dedicato agli sviluppatori e alle software house.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome