Vodafone 5g

Vodafone è un operatore molto attivo nell’ambito del 5G e delle applicazioni che la nuova generazione di connettività mobile abilita, a partire dall’Internet of Things: non solo negli investimenti e nelle offerte commerciali, ma anche nell’illustrare e nel far conoscere le potenzialità di queste nuove tecnologie.

Potenzialità che investono diversi settori, tutti cruciali: di recente l’azienda ha illustrato progetti e possibilità delle reti 5G in ambito sanitario. L’attenzione, chiaramente non solo di Vodafone, è rivolta anche al settore automotive.

In questo ambito, in occasione del 5G Mobility – Vodafone Conference & Experience Day, Vodafone ha illustrato quattro progetti 5G nel settore automotive nonché soluzioni di guida assistita su rete 5G in Italia, per mostrare le innovazioni che la rete cellulare di nuova generazione apporterà sui veicoli e sulle strade del futuro.

A fare la differenza, in questa come in altre aree, come proprio l’assistenza sanitaria, è la latenza (bassissima) e l’affidabilità (elevata) del 5G, che garantiscono la reattività in tempo reale dei sistemi allestiti sui veicoli, anticipando i tempi di reazione dell’automobilista e aumentando la sicurezza in scenari mission critical. 

In occasione del già citato evento 5G Mobility – Vodafone Conference & Experience Day, è stato presentato lo use case di Logistica dell’ultimo miglio realizzato con il Politecnico di Milano, e-Novia, Poste Italiane e Esselunga: un esempio per le potenziali applicazioni di guida autonoma e di controllo di veicoli da remoto. La bassa latenza e la trasmissione ad altissima risoluzione di flussi video garantiti dal 5G permettono a Yape (il Self-Driving Robot di e-Novia) di districarsi negli spazi stretti e irregolari delle città reagendo in tempo reale a ostacoli sul percorso, diventando sempre più autonomo e riducendo l’impatto di inquinamento e traffico.

Nell’ambito 5G e automotive, sono quattro i nuovi progetti presentati da Vodafone.

Vodafone 5gL’Urban Cross Traffic Cooperativo è una soluzione (realizzata da Vodafone in collaborazione con FCA, Marelli, Vodafone Automotive, Pirelli, Altran e Politecnico di Milano) che sfrutta la comunicazione V2V (Vehicle-to-Vehicle) e V2I (Vehicle-to-Infrastructure) per ampliare il raggio visivo degli attuali sistemi di sicurezza al fine di evitare la collisione tra veicoli che si approssimano a un incrocio, lanciando segnali visivi e acustici di warning al guidatore fino ad attuare una frenata automatica di emergenza (AEB, Emergency Breaking). In questo caso d’uso, il 5G garantisce la reattività real-time dei sistemi di frenata automatica, anticipando i tempi di reazione sia dell’automobilista, sia dei normali sistemi di assistenza alla guida (radar anticollisione).

La soluzione See Through è realizzata da Vodafone in collaborazione con FCA, Marelli, Vodafone Automotive, Altran e Politecnico di Milano, e sfrutta la comunicazione V2V (Vehicle-to-Vehicle) per scambiare video in alta definizione e in tempo reale tra veicoli, al fine di estendere il raggio visivo del guidatore in scenari di visibilità ostruita e prevenire incidenti, in particolare in fase di sorpasso. Grazie al 5G, il conducente riceve in tempo reale il video con la visione soggettiva frontale della prima macchina che lo precede (quella immediatamente davanti al veicolo che ne ostruisce parzialmente la visuale) per “vedere attraverso l’ostacolo” e verificare che la carreggiata sia libera e sicura nel concludere la manovra di sorpasso 

La soluzione Highway Chauffeur (realizzata da Vodafone in collaborazione con FCA, Marelli, Vodafone Automotive, Altran, Pirelli e Politecnico di Milano) sfrutta la comunicazione V2V (Vehicle-to-Vehicle) per scambiare in tempo reale informazioni di posizione e velocità di veicoli circolanti in colonna su una corsia, al fine di mantenere la corretta distanza di sicurezza, adattandosi dinamicamente alle condizioni di traffico, evolvendo e ampliando il raggio d’azione degli attuali sistemi standard di Adaptive Cruise Control (ACC). Grazie a questa soluzione, sarà possibile migliorare la fluidità del traffico, riducendo gli ingorghi, il consumo di carburante e le emissioni.

La soluzione Intelligent Speed Adaptation and Control sfrutta la comunicazione V2V (Vehicle-to-Vehicle) e I2V (Infrastructure-to-Vehicle) per la condivisione di informazioni statiche e dinamiche dell’ecosistema stradale intorno al veicolo (limiti di velocità, lavori temporanei, restringimenti di carreggiata, curve pericolose, stato impianti semaforici e così via) o rilevate da altri veicoli circostanti (condizioni pericolose del manto stradale ecc.) per adeguare dinamicamente la velocità di marcia, ai fini di aumentare la sicurezza e il comfort di guida. Questa soluzione è realizzata da Vodafone in collaborazione con FCA, Marelli, Vodafone Automotive, Pirelli, Altran, Politecnico di Milano ed ENI Fuel. 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome