Un nuovo “no” tra Microsoft e Yahoo

Una nuova proposta avanzata congiuntamente da Microsoft e Icahn ha trovato un nuovo rifiuto da parte del board di Yahoo.

C’è l’ennesimo rifiuto nell’ennesima puntata dell’infinita saga che da mesi vede protagoniste Microsoft e Yahoo.

Nella serata di venerdì, Microsoft aveva presentato infatti una nuova offerta di acquisto, sviluppata questa volta in collaborazione con Charles Icahn, agguerrito azionista di Yahoo da tempo forte sostenitore della proposta Microsoft.
La nuova proposta prevedeva l’acquisto da parte di Microsoft del business di Yahoo nell’area della ricerca, e un radicale cambio manageriale, a favore della fazione-Icahn, che avrebbe in tal modo acquisito il controllo della gestione del restante business di Yahoo.

Tempi strettissimi per un sì o per un no: ventiquattro ore.
E il rifiuto non si è fatto attendere.

Da parte di Yahoo il “no” è stato netto e circostanziato.
In primo luogo l’accordo in essere con Google risulta al momento più interessente e promettente e meno complesso dello scenario prefigurato da Microsoft e Icahn.

Per altro, la proposta di Microsoft e Icahn di fatto precluderebbe una possibile vendita in toto degli asset di Yahoo, senza possibilità di mantenere quote di controllo.
Per altro, nonostante il desiderio di Charles Icahn di sostituirsi all’attuale board manageriale, questi non ha alcuna esperienza o competenza nella gestione del business di Yahoo.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here