Home Prodotti Software Trello, la bacheca per l’organizzazione di un progetto

Trello, la bacheca per l’organizzazione di un progetto

Orientarsi nel mare di app non è un’impresa facile. A volte addirittura così laboriosa da indurre a rinunciare anche quando si parla di un’esigenza di lavoro. Eppure, a differenza di quelle per giocare o per il tempo libero, trovare le soluzioni giuste per la propria aziende è un’operazione ormai imprescindibile per garantire la flessibilità e la reattività dettate dagli scenari attuali. Per questo, abbiamo pensato di passare in rassegna i cataloghi di app alla ricerca di trenta applicazioni tra le quali trovare l’indispensabile per la propria azienda.

Per collaborare all’interno di un ristretto gruppo di lavoro, probabilmente uno strumento digitale non è indispensabile. Anche in questo caso però, affidarsi a Trello significa poter contare su maggiore efficienza e affidabilità nella programmazione e nell’esecuzione. Soprattutto esigenze pronte a manifestarsi in tutta la propria importanza quando una squadra cresce e continuare a tenere il controllo della situazione manualmente diventa controproducente.

L’idea di Trello infatti è assecondare la crescita di un’organizzazione, semplicemente aggiungendo partecipanti e progetti senza cambiare modalità e aspetto dell’interfaccia. L’idea è visualizzare le attività per schede disposte su più colonne.

Trello cresce con l’azienda

In genere le colonne sono organizzate in stati dell’attività: Da fare, In corso, Fatto. Pensato sia per uso personale sia aziendale, il programma viene comunemente utilizzato in diversi settori. Tra i più frequenti lo sviluppo di un progetto software, ma anche la gestione immobiliare, i bollettini scolastici, la pianificazione delle lezioni, la contabilità, e anche i giochi o addirittura  la gestione di casi legali.

Dalle riunioni ai progetti, dagli eventi alla definizione degli obiettivi, Trello intende offrire un’interfaccia intuitiva per impostare e personalizzare velocemente i flussi di lavoro per qualsiasi attività. Dalla bacheca si accede ai dettagli del singolo lavoro, con Liste di partecipanti e Schede descrittive sulle varie fasi, elementi di base per organizzare il lavoro. Da qui, parte l’assegnazione dei task, con relative indicazioni e scadenze.

Controllo e versatilità

Ogni parte dell’attività Trello può essere gestita, monitorata e condivisa dal responsabile con i membri del gruppo. Strumenti come checklist, promemoria e allegati, aiutano ad avere sempre sotto controllo l’evolversi della situazione. In più, anche gli immancabili strumenti di messaggistica.

Per le attività più grandi e articolate, o quando una cresce oltre le previsioni, anche la possibilità di suddividerla in più schede, conservando comunque collegamenti e priorità. Contando anche sull’eventuale apporto di Butler, il sistema di automazione integrato per spostare liste, evidenziare le scadenze o programmare le attività di gruppo.

Interessanti le condizioni d’uso, con una licenza gratuita per un numero illimitato di membri, schede illimitate e fino a dieci bacheche. Nessun tetto anche per lo spazio di archiviazione, ma solo di 10 MB per il singolo file.

Per 10 dollari al mese per utente invece, Trello aumenta la flessibilità dell’interfaccia con diverse viste, ma anche la dimensione massima dei file, a 250 MB. Inoltre, funzioni di ricerca e di amministrazione a livello avanzato. Per chi vuole andare ancora oltre, si parte da 17,50 dollari al mese per almeno 25 utenti, a scendere all’aumentare degli iscritti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php