Home Digitale TikTok, sospesa la vendita forzata ad Oracle

TikTok, sospesa la vendita forzata ad Oracle

Era ragionevole attendersi importanti cambi di passo nelle strategie americane con l’insediamento di Joe Biden alla Casa Bianca, e un cambiamento rilevante riguarda TikTok.

Per la famosa app, al centro di innumerevoli polemiche e al centro di un intricato scontro politico fra Usa e Cina, la situazione appare cambiata drasticamente.

Infatti, il piano statunitense per forzare la vendita delle operazioni americane di TikTok a un gruppo che include Oracle e Walmart è stato accantonato a tempo indeterminato,: a darne notizia è il Wall Street Journal, facendo riferimento a fonti molto attendibili.
Secondo il Wsj, il neopresidente Biden ha intenzione di intraprendere un’ampia revisione degli sforzi del suo predecessore per affrontare il potenziale rischio per la sicurezza rappresentato dalle società tecnologiche cinesi.

L’accordo TikTok, fortemente voluto dall‘allora presidente americano Donald Trump – languiva dallo scorso autunno a causa di una serie di azioni legali promosse da ByteDanace (la società cinese proprietaria di TikToK), e di conseguenza era comunque non operativo. 

In un nuovo sviluppo alla fine di mercoledì, l’amministrazione Biden ha chiesto di ritardare l’appello del governo contro l’ingiunzione di dicembre di un giudice distrettuale federale contro il divieto di TikTok.

Infatti, in una istanza depositata in tribunale, l’amministrazione Biden ha affermato di aver avviato una revisione dell’azione dell’agenzia che l’avrebbe aiutata a determinare se la minaccia alla sicurezza nazionale citata dall’amministrazione Trump continua a giustificare il divieto.
Il Dipartimento di Giustizia americano ha affermato che la richiesta di rinvio non è stata contrastata da TikTok e ByteDance.
Ovviamente è ancora presto per dire se questa mossa rappresenti un primo segnale conciliante per i rapporti commerciali Usa-Cina; finora abbiamo assistito ad una serie di messaggi in qualche modo contraddittori ma altrettanto attesi.
Era infatti improbabile che, nei confronti della Cina, si potesse assistere a radicali cambiamenti in tempi rapidi.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php