Sun, ecco il team Schwartz

Il Coo di McNealy ha completato la squadra e ha adottato “un modulo di gioco” nuovo.

19 aprile 2004

Jonathan Schwartz, il nuovo responsabile operativo di Sun, che Scott McNealy ha insediato sulla poltrona di Coo (di sicuro non comoda, stando agli ultimi risultati della società) ha ultimato la composizione della squadra con cui scenderà in campo per rilanciare la casa di Java.


Con metafora calcistica, il modulo di gioco sarà, stando alle parole del nuovo Coo, un "manovrato 4-3-1-2". Sun, infatti, non punterà più solo su una supremazia tecnologica, ma su nuovi tre pilastri: modello di business, servizi e focus sui mercati.


Il perno dell'azione hardware sarà unificato in un'organizzazione chiamata Throughput Systems (guidata da David Yen), che animerà il gioco delle iniziative Throughput Computing e Throughput Networking (affidata a John Fowler).


Via dal "centrocampo", conseguentemente (e dalla società) Mark Tolliver e Neil Knox, prima, rispettivamente, a capo del marketing strategico e dei prodotti a volume (praticamente, il regista e il cursore). Entrano in squadra al loro posto, Anik Gadre, al marketing, e Brian Sutphin, al corporate development.


Il resto del team costruito dal 38-enne responsabile delle operazioni di Sun comprende Mark Canepa, in qualità di direttore esecutivo dello storage, Robyn Denholm, come controller finanziario (ruolo delicato), Michael Dillon come corporate secretary, John Loiacono al software, Bill MacGowan alle risorse umane, Marissa Peterson ai servizi e Robert Youngjohns, alle vendite.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here