Il software Sun in continuo movimento

Loiacono al posto di Schwartz a capo del software. Green che lascia i tool Java, proprio mentre si avvicina il giorno di Java Studio Creator.

6 aprile 2004

Il software di Sun è al centro di importanti movimenti, sia in termini di rilasci, sia in materia di persone che lo devono gestire.


Si è già detto del passaggio del "softwarista" Jonathan Schwartz a direttore delle operazioni della società di Scott Mc Nealy. Il suo posto, come direttore esecutivo del software viene preso da John Loiacono, che fino a ieri dirigeva il gruppo delle piattaforme operative e che ora sarà direttamente coinvolto, sotto l'egida di Schwartz, nella definizione dei piani di collaborazione con Microsoft.


Ma nel frattempo abbandona la società uno storico manager, Rich Green, che ultimamente era a capo della divisione Java tool. Il suo ruolo, pro tempore, sarà ricoperto da Chris Atwood, responsabile delle attività di engineering del software. Un tecnico, quindi.


La sostanza che se ne trae da questi movimenti (vietato associarli al concetto di epurazione) è che il software di Sun sia destinato a crescere di peso specifico nell'offerta della società.


Il tutto, poi, arriva nella settimana che è del Progetto Rave, ovvero di Java Studio Creator, atteso al rilascio, in versione Early Access per l'8 di aprile.


Lo strumento con cui Sun associerà a Java il concetto di sviluppo facilitato in stile Visual Basic, introdurrà anche la tecnologia Java Server Faces.


Il prodotto è basato sulla versione 3.6 della piattaforma open source NetBeans, che porta con se il supporto alle Java Server Pages, quello della sintassi nel generatore di codice e un debugger migliorato.


Secondo Sun la versione Early Access di Java Studio Creator è già stato sottoscritto da 10mila sviluppatori.


Il prodotto definitivo è atteso per giugno.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here