Home Aziende Brother Sostenibilità, Brother raggiunge il traguardo dei 40 milioni di toner riciclati

Sostenibilità, Brother raggiunge il traguardo dei 40 milioni di toner riciclati

Brother ha annunciato con orgoglio di aver raggiunto un traguardo storico nel proprio impegno per l’ambiente: è riuscita a riciclare la notevole quantità di 40 milioni di cartucce toner in tutto il mondo.

Questo risultato – sottolinea l’azienda – dimostra l’efficacia del programma di recupero delle cartucce di Brother, che dal 2004 ha consentito di riciclare in Europa una quantità di cartucce toner tale da poter idealmente coprire la distanza tra il Brother’s Global Recycling Technology Centre, situato in Galles, e la sede centrale di Nagoya, in Giappone.

Questa iniziativa coinvolge i clienti di Brother in tutto il mondo: gli utenti possono facilmente restituire le cartucce esauste che saranno rigenerate da uno dei quattro stabilimenti di rigenerazione Brother in Galles, Slovacchia, Stati Uniti e Asia.

Brother

Ogni cartuccia viene sottoposta a un rigoroso processo di controllo e le sue componenti riutilizzate o sostituite: così la maggior parte delle cartucce può essere rigenerata e rivenduta come nuova. Tutte quelle parti che non possono essere riutilizzate vengono comunque riciclate da Brother: niente finisce in discarica, mette in evidenza l’azienda.

“Affermare che siamo orgogliosi di questo risultato è riduttivo. Dei 40 milioni di cartucce restituite dai nostri clienti, l’86% è stato rigenerato grazie al nostro innovativo metodo di gestione dei toner, un risultato impressionante e unico nel settore delle stampanti.

Il metodo di gestione dei toner esausti è molto semplice: l’obiettivo è quello di riutilizzare il più possibile. Nel 2021 le nostre cartucce toner rigenerate hanno ottenuto un’impronta di carbonio inferiore del 33% rispetto a quelle nuove. Grazie al processo di rigenerazione, siamo riusciti ogni anno a ridurre le emissioni di CO2 di circa 5.300 tonnellate a livello mondiale: è come se avessimo tolto dalla strada 1.150 automobili”, spiega Craig McCubbin, Amministratore Delegato di Brother Industries UK e Brother Industries Slovakia.

Brother

Gli impianti di rigenerazione Brother in Europa hanno recentemente ottenuto lo status di “carbon neutral” e il sistema di raccolta è stato accreditato come “rifiuti zero in discarica” già dal 2013. Riducendo i rifiuti in tutte le fasi del ciclo di vita delle cartucce, Brother riesce anche ad aiutare i clienti a raggiungere i propri obiettivi di sostenibilità.

“La nostra promessa è semplice: quando un cliente restituisce una cartuccia vuota, rigeneriamo o ricicliamo tutte le parti in modo che nulla finisca in discarica. Grazie a questo processo, un’azienda di medie dimensioni può risparmiare fino a 40 kg di CO2 all’anno semplicemente restituendo le cartucce di toner originali Brother usate e contribuire così a ridurre l’impatto ambientale del carbonio.

Sul nostro programma di riciclo abbiamo ricevuto ottimi feedback dai clienti, ma non ci fermeremo qui. Nei prossimi tre anni abbiamo in progetto di aumentare il numero di cartucce rigenerate. Stiamo anche esaminando i resi di inchiostro e hardware e abbiamo piani ambiziosi per garantire che i clienti possano arrivare a restituire tutti i prodotti Brother”, conclude Craig.

Brother

Il programma di riciclo toner di Brother è iniziato con il trattamento di un’esigua quantità di cartucce nel 2004: da allora è cresciuto fino ad arrivare a rigenerare circa 3 milioni di cartucce di toner all’anno.

I clienti Brother possono restituire gratuitamente le cartucce toner esauste, sottolinea l’azienda.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

Iscriviti alla newsletter

css.php