Software licensing: Ingram Micro chiama Annamaria Venezia

Attenta a far toccare e ad approfondire le tecnologie di virtualizzazione e di cloud management ai propri rivenditori, la filiale italiana del distributore paneuropeo ha chiamato a sé la manager nominandola Business developer manager Microsoft.

Chiamata a diventare punto di riferimento del team Licensing all'interno di Ingram Micro Italia, Annamaria Venezia (nella foto) ha assunto il ruolo di Business developer manager Microsoft con riporto diretto ad Annalisa Acquaviva, Business management director della filiale italiana del distributore paneuropeo.

All'interno della nuova organizzazione Software Licensing, Venezia, che nel suo percorso professionale ha maturato una focalizzazione sia sui partner, sia sul mercato degli utenti finali, a partire dalle Pmi fino ad arrivare alle grandi aziende pubbliche e private, avrà il compito di promuovere l'evoluzione dei modelli di business emergenti nel mercato It.

Cloud in primis che, imponendo una valutazione delle architetture e delle soluzioni che raccolgono e tutelano i dati sensibili in modo sicuro, offre oggi al canale la possibilità di trasformare il proprio modello di business.

Sfida della nuova struttura del team Licensing sarà, appunto, “indirizzare un mercato a valore offrendo soluzioni di crescente complessità, senza perdere di vista l'importanza di ottimizzare la proposta per vincere la sfida della riduzione dei prezzi e del contemporaneo contenimento dell'aumento dei costi”.

Temi, questi, cui la manager laureata in Economia Aziendale presso l'Università Commerciale Luigi Bocconi, a Milano, e con una vasta esperienza alle spalle in realtà It quali Ncr, At&T e Microsoft Italia, dove ha consolidato la sua esperienza di vendita e business development ricoprendo i ruoli di channel marketing manager, di responsabile del team License Compliance, e di responsabile dello sviluppo del mercato pubblico, sarà chiamata ad affrontare per supportare l'evoluzione dei reseller verso un ruolo “consulenziale” per più alti margini.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here