Smau 2015 – A Smau, Pmi e industria sono internazionali

Smau2015_MilanoDopo Berlino, Padova, Torino, Bologna e Firenze, Smau torna a Milano per fare il punto sull’Innovazione delle Regioni Italiane, prima dell’ultima tappa dell’anno che si terrà a Napoli, saltando Roma. La formula viene costantemente mantenuta a fuoco per rappresentare l’Italia con la massima agilità possibile.

Retooling industriale
In un mondo che muta grazie alla tecnologia, Smau si propone oggi con un ruolo strategico. La manifestazione intende infatti mettere in contatto impresa e territorio attraverso momenti di dialogo e confronto diretto in cui conoscere o approfondire tutte le opportunità sia a livello economico-finanziario che tecnologico. Grande protagonista della 52ma edizione sarà la nuova rivoluzione industriale di Fabbrica 4.0, un progetto in collaborazione con Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici innestato nella tradizione manifatturiera italiana verso un nuovo Made in Italy. Nel ripensare i processi, infatti, è il momento di affiancare la produzione di beni a quella di servizi. Le stime infatti parlano di un +20% del Pil industriale già nel 2020. E’ normale che sia forte l’interesse per questo settore, la cui area professionale manca di una manifestazione nazionale al livello della tedesca Euromold e che potrebbe trovare collocazione iniziale proprio a Smau.

Internazionalizzazione delle startup
Il roadshow di Smau si è aperto, quest’anno per la prima volta, con una tappa internazionale a Berlino, nella quale sono state presentate 50 startup non esclusivamente informatiche e sono state avviate relazioni con il tessuto della nuova finanza tedesca, particolarmente ricca ed attenta al rinnovamento industriale.
Grazie all’esperienza internazionale maturata nella tappa di Berlino, e vista la concomitanza con le ultime settimane di Expo Milano, Smau ospiterà un evento nell’evento: si tratta di Smau International, una piattaforma di primo contatto per l’internazionalizzazione delle imprese e delle startup. Imprese e startup italiane potranno incontrare investitori o imprenditori internazionali, attratti sia da questa possibilità, sia dalla vetrina dell’innovazione Made in Italy.
Le svariate edizioni in altri capoluoghi d’Italia, ormai consolidate, fanno di Smau Milano l’evento centrale per l’innovazione dell’azienda, senza dimenticare le specificità locali. Territorio nazionale e progetti innovativi sono al centro del Premio Innovazione Digitale (23 ottobre), destinato ai migliori esempi di innovazione Ict nelle Pmi italiane affinché possano condividere l’esperienza, favorendo lo sviluppo in chiave digitale. Analoga funzione di catalisi e rinnovamento, ma rivolta al territorio, è il Premio Smart Communities, in cui verranno premiati progetti di miglioramento dell’ecosistema dei territori verso imprese, talenti e cittadini.

Regioni, hub finanziario

In ogni tappa si sono svolti gli Stati Generali dell’Innovazione della Regione, che hanno fatto il punto su strategie, investimenti e opportunità dedicate alle imprese di tutte le dimensioni, con particolare attenzione alle Pmi.
L’attualità delle Regioni, attraverso i suoi vertici, è amplificata dalla modifica costituzionale attualmente in itinere anche per modificare composizione e ruolo del Senato. Inoltre le Regioni stanno assumendo un ruolo sempre più strategico rispetto ai fondi della Comunità Europea destinati a ricerca e innovazione, con grande attenzione per startup. Per fare il punto anche dopo gli altri eventi del roadshow, a Milano si svolgerà l’incontro su Gli Stati Generali dell’Innovazione delle Regioni Italiane (21 ottobre).

Turismo esperienziale
L’Italia è molto legata al turismo, un settore nel quale il confronto online e social ha creato più d’un problema agli operatori poco avveduti. In questo settore il digitale ha cambiato completamente l’esperienza d’acquisto, e con essa strategie e modelli di business multicanale. Oggi la vendita è articolata su portali e-commerce e addetti alle vendite, in perenne agitazione tra siti di recensioni e consulenze di viaggio, con grande attenzione alla postvendita. Il nuovo scenario offre grandi opportunità, che nell’appuntamento Smau si concretizzeranno in un’area demo esperienziale in cui i visitatori potranno toccare con mano le soluzioni più efficaci, a disposizione delle tantissime imprese -oltre 30.000 imprese di tutti i settori- e dei tantissimi operatori che l’organizzazione si appresta ad accogliere in questa 52ma edizione di Smau.

 

Iscriviti alla newsletter

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome