La sicurezza al centro del nuovo Google Chrome

Il browser Google Chrome 66 è disponibile per macOS, Windows e Linux. Anche dell’edizione mobile per iOS è disponibile l’update su App Store.

La nuova versione introduce i consueti miglioramenti alla stabilità, alla sicurezza e alle prestazioni. Quindi dispone di numerosi bug fix e patch di sicurezza, motivo per il quale è sempre consigliabile mantenere il browser aggiornato. Tra l’altro diverse delle vulnerabilità risolte con l’ultimo aggiornamento sono di tipo “Critical”, quindi gravi.

Ci sono anche alcune novità, tra cui la possibilità di esportare le password dei siti archiviate dal browser. Questa opzione è disponibile sia per gli utenti di Google Chrome 66 su Mac, sia su iOS. La funzione di export delle password era già presente nella versione precedente, ma da abilitare e ancora in fase sperimentale.

Esportare le password da Chrome

L’export delle password e dei dati di login può essere utile ad esempio per esportarle in un gestore di password. Ma è necessario fare molta, molta attenzione. Google Chrome esporta tutti i dati di login in un file di testo in chiaro CSV. Questo non è in alcun modo protetto né crittografato.

Pertanto i dati e le password saranno visibili a (e copiabili da) chiunque abbia accesso al file esportato. Il file contiene le credenziali complete per il login ai siti: tutti i dati di indirizzo, username e password, facilmente leggibili. È pertanto da maneggiare con molta cura, archiviandolo crittografato e protetto e cancellandolo in modo altrettanto sicuro.

Google Chrome 66 introduce anche una piccola percentuale di prova della funzione di Site Isolation.

Site Isolation migliora la sicurezza del browser e aiuta anche a mitigare i rischi correlati a Spectre. Questa funzione è ancora in fase iniziale ed è in preparazione per il lancio vero e proprio in una futura release.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito della società.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome