Servizi, server e microprocessori alla base delle nuove partnership di Ibm

Big Blue si è accordata con Montavista, MatrixOne e International Business Systems al fine di rafforzare i tre segmenti strategici

In questo periodo Ibm è particolarmente attiva sul fronte accordi.
L'obiettivo è quello di fornire un po' più di "slancio" a settori chiave, ossia
quelli dei servizi, dei server e dei semiconduttori, per renderli maggiormente
convincenti agli occhi dei potenziali clienti.


In questo senso, la società di Armonk rende noto di aver siglato tre
partnership con MontaVista Software (produttore di un Os Linux per PowerPc), con
MatrixOne (software house che produce applicativi per gestire il progetto e lo
sviluppo di prodotti) e con International Business Systems (che opera nel
settore della gestione della value chain). Pur di natura decisamente differente,
questi accordi hanno come obiettivo primario quello di promuovere le tre aree
sopra citate, che rivestono un'importanza strategica nel business di Ibm.


In pratica, l'intesa con MontaVista, di cui per altro Big Blue sembra abbia
acquistato azioni per un equivalente di 28 milioni di dollari, è volta a dare
maggiore sostegno ai processori PowerPc usati dall'azienda californiana nei
propri dispositivi embedded e di rete. Se a ciò si aggiunge la spinta che può
arrivare dall'introduzione in Linux di alcune funzioni specifiche per i chip in
questione, Ibm si trova sicuramente ad avere maggiori motivazioni nel proporre i
PowerPc.


L'azione di Big Blue è evidentemente volta a dare un significativo sostegno
ai propri processori che, pur avendo registrato una certa crescita nelle vendite
nell'ultimo trimestre 2001, hanno risentivo in modo significativo della crisi
del mercato verificatasi lo scorso anno.


Dal lato server, l'accordo con MatrixOne dovrebbe portare alla creazione di
bundle hardware e software, un'offerta costituita da macchine eServer Ibm,
dell'applicazione eMatrix, utilizzata per la gestione del ciclo di vita dei
prodotti, del database Db2 e del software WebSphere. Ovviamente la divisione
Global Services offrirà la consulenza necessaria nella scelta della
configurazione più adatta alle singole esigenze e si preoccuperà anche di un
eventuale personalizzazione.


 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome