Home Digitale Servizi IT, le previsioni per il 2021 di Idc

Servizi IT, le previsioni per il 2021 di Idc

Secondo il rapporto Idc FutureScape 2021 Worldwide Services, i decisori senior delle organizzazioni e dei relativi reparti IT stanno apprendendo le nuove aspettative dei buyer,  nel bel mezzo della pandemia Covid-19 e stanno esercitando una maggiore pressione sulle società di servizi IT e sui fornitori per soddisfare le esigenze critiche in aree come centri di innovazione e supporto di ambienti multicloud.

Secondo le indicazioni contenute nel rapporto Idc FutureScape for Worldwide Services,  entro il 2025 tre quarti delle organizzazioni che cercano di guidare la crescita dei ricavi selezioneranno solo fornitori in grado di offrire un portafoglio di servizi strategici, di progettazione e tecnologici.

Entro il 2024, quasi il 55% delle aziende utilizzerà PaaS come piattaforma di sviluppo di applicazioni principale per sviluppare applicazioni personalizzate e guidare più a fondo la maturità DevOps attraverso i loro portafogli di applicazioni.

Entro la fine del 2021 il 70% delle organizzazioni con programmi di employee experience maturi sarà tornato alle traiettorie di crescita precedenti al 2020, rispetto al solo 20% delle organizzazioni con programmi non ancora immaturi.

Entro il 2022, oltre il 90% dei centri di innovazione dei fornitori sarà riproposto come reti di innovazione ibride virtuali e fisiche piuttosto che come spazi dedicati in cui le persone devono incontrarsi faccia a faccia per innovare. Entro il 2023, oltre il 70% delle aziende utilizzerà le funzionalità della piattaforma di gestione multicloud come parte dei servizi cloud gestiti per standardizzare i set di strumenti, garantire la qualità del servizio e consentire la gestione della domanda.

Entro la fine del 2021, il 32% delle organizzazioni sfrutterà i profili basati sulle personalità dei dipendenti per fornire una migliore esperienza dei dipendenti.

Entro il 2023, oltre due terzi delle organizzazioni G2000 avranno incorporato la valutazione e la garanzia della resilienza dell’erogazione dei servizi in oltre il 75% di tutti i loro servizi aziendali e IT di origine esterna.

Entro il 2022, poco più del 50% delle organizzazioni con oltre 1.000 dipendenti accelererà i propri progetti di trasformazione digitale (il 36% sta accelerando ora), rendendo le restanti aziende sempre più svantaggiate.

Entro il 2024, oltre il 75% delle organizzazioni implementerà un certo livello di automazione su più processi, per ottenere un livello più elevato di ottimizzazione dei processi e liberare liquidità operativa.

Infine, Idc indica che entro il 2024, oltre il 45% delle organizzazioni darà la priorità a tempi di consegna più rapidi e velocità di valutazione come uno dei primi 3 criteri per i fornitori nella selezione dei fornitori di servizi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php