Seo, come individuare e correggere i problemi

Senza una solida strategia Seo, di ottimizzazione dei motori di ricerca, un buon sito non sarà facilmente individuabile dai potenziali clienti. Se si sta creando un sito o se ne possiede già uno, è importante capire quali potenziali problemi all'interno della strategia tecnica potrebbero avere un impatto sul sito.

Mentre l'ottimizzazione dei motori di ricerca non è necessaria durante la creazione di un portale, avrà invece un impatto notevole sul marketing e sull'e-commerce B2B e sui siti dei settori di assistenza sanitaria, istruzione, governo e altre tipologie di organizzazioni.

La Seo può avere un impatto particolarmente rilevante sui siti di marketing ed e-commerce B2C e sui siti senza scopo di lucro, poiché si basano su target di utenti che vi risalgono tramite i motori di ricerca. Senza un'adeguata ottimizzazione, i siti ben strutturati possono non ottenere riscontro ed essere superati dai concorrenti.

Con l'aiuto di Matthew Draper, esperto Seo di Liferay, individuamo i problemi di Seo potrebbero riguardare ogni sito, con la consapevolezza che molti possono essere risolti nel momento in cui si ottengono le giuste informazioni.

Problemi Seo comuni

I problemi di Seo più frequenti che possono essere riscontrati su un sito possono essere indicati su due assi, in base allo schema che ci propone Draper: Warning - Severe - Technical - Content.

Quando si mappano i problemi Seo, insomma, bisogna considerare in quale quadrante si trovano, per comprendere meglio quando e come agire.

I quattro problemi seguenti sono quelli che per Draper possono compromettere un sito in modalità e con impatti differenti. Quando si sviluppa un piano per migliorare la propria strategia Seo, è importante valutare se si stanno già affrontando.

Problemi tecnici

I seguenti problemi sono causati da errori tecnici, ma hanno un impatto negativo meno immediato sulla SEO di un sito. Tuttavia, possono danneggiare un sito a lungo termine.

Problema: redirect 302 o 301 – I programmatori dovranno decidere se 301 redirect, che indica uno spostamento permanente, o 302 redirect, spesso utilizzato per scopi temporanei, sono corretti per segnalare quello che sta accadendo al sito.

301 redirect è corretto nel caso in cui una pagina venga sostituita in modo fisso, riconducendo tutto il traffico alla nuova landing page, mentre un 302 può essere più appropriato in caso di aggiornamento ed editing dei contenuti di un sito. Scegliere quello giusto manterrà intatto il posizionamento nelle ricerche, nonostante i cambiamenti apportati.

  • Soluzione: Determinare la tipologia di spostamento dei contenuti e ricollegarli come necessario. Sul lungo termine, è meglio evitare il redirect.

Problema: URL troppo dinamici – Variabili e parametri che aiutano a produrre URL possono creare innumerevoli iterazioni di URL per la stessa pagina, che porta a duplicare il contenuto e a una perdita di valore del link per le landing page.

  • Soluzione: Risolvere i problemi di redirect che utilizzano l’errore 200 invece di 302, creare un URL equilibrato quando possibile e comunicare ai motori di ricerca quali sono i vostri parametri.

Problema: mancanza di tag canonici – Nel caso in cui il vostro sito generi un contenuto identico o simile su molteplici URL per creare pagine dinamiche, i motori di ricerca faranno confusione durante la scansione e porteranno a risultati scarsi nelle ricerche.

  • Soluzione: Tag canonici possono raggruppare questi URL e assegnare una versione master, che sarà sottoposta a scansione da parte dei motori di ricerca per essere classificata in modo appropriato per parole chiave in target, conducendo i visitatori a contenuti dinamici quando appropriato, dopo essere atterrati sulla pagina.

Problemi di contenuto

Anche questi problemi hanno un impatto meno immediato e severo sulla SEO, ma derivano dalla creazione e implementazione dei contenuti.

Problema: troppi titoli o tag di meta description – Si può avere la tentazione di utilizzare molti titoli e tag di meta description per avere una copertura maggiore, ma il tagging eccessivo non aiuterà la Seo del vostro sito

  • Soluzione: Usare un numero limitato di tag e parole chiave specifiche legate ai contenuti. Le descrizioni devono fornire ai visitatori una panoramica accurata dei contenuti senza superare i 160 caratteri.

Problema: URL troppo lungo – Creato in automatico o manualmente, URL troppo lunghi possono impedire ai vostri contenuti di ottenere un corretto targeting e ranking per le vostre parole chiave

  • Soluzione: Creare degli standard per gli URL, inclusa la limitazione del numero di sottodomini utilizzati, escludendo parametri dinamici, che siano leggibili e possibilmente sotto i 100 caratteri.

Problema: Utilizzare Meta Keyword – Le meta keyword non dovrebbero fare parte di una moderna strategia SEO. Tuttavia, molte aziende continuano a utilizzarle - pensando siano la chiave per un buon posizionamento - invece di ottimizzare efficacemente i contenuti della pagina stessa.

  • Soluzione: Abbandonare l’utilizzo di meta keyword e creare una strategia basata sull’ottimizzazione di parole chiave e contenuti per una classificazione basata su termini rilevanti per voi e il vostro pubblico.

Severi problemi tecnici

Ci sono numerosi problemi tecnici gravi che possono nascere in fase di programmazione iniziale o in vari aggiornamenti. In entrambi i casi, possono causare dannose interferenze con la SEO e dovrebbero essere risolti il prima possibile.

Problema: Errori 4xx and 5xx – Questi errori accadono sia quando il cliente causa un errore su un sito (4xx) o quando un server riesce a rispondere a una richiesta (5xx). Nonostante sia impossibile prevenirli totalmente, una grande quantità influenzerà le performance SEO e la user experience.

  • Soluzione:Identificare i principali responsabili e decidere se sono validi o meno. Inoltre, rilevare la fonte del problema, utilizzare 301 redirect per i contenuti rilevanti, fissare le referenze sbagliate e lasciare il resto come 404.

Problemi di contenuto

Quando il problema è presente all’interno della content strategy di un sito o è il risultato di errori degli autori che non sono consapevoli di creare alcuni “danni” quando espandono un sito, i seguenti problemi di content SEO possono interferire con l’ottimizzazione di un sito ben progettato.

Problema: nessun title tag o title tag non strategici – Spesso pagine realizzate in modo programmatico possono creare titoli poco efficaci, ad esempio posizionando l’URL nel tag del titolo.

  • Soluzione: Considerare la possibilità di modificare il modo in cui le pagine create a livello di codice vengono generate rispetto ai tag del titolo o creare un processo di revisione da parte del team per prevenire complicazioni dopo la generazione.

Problema: tag H1 assenti, in eccesso o non strategici– Ogni pagina dovrebbe avere un tag title H1, ma errori nella programmazione o una carenza di strategia possono portare dalla mancanza di tag H1 a troppi H1 o a H1 scelti in modo inopportuno, che hanno impatto negativo sull’ottimizzazione.

  • Soluzione: Dovrebbe essere utilizzato solo un tag H1 per pagina e bisognerebbe creare una strategia per l’utilizzo del titolo che informi la tua programmazione e la creazione manuale della pagina.

Strumenti per risolvere i problemi

Una volta identificati i problemi SEO, sarà necessario mettere in campo azioni efficaci per risolverli. I seguenti strumenti possono essere utilizzati in numerose occasioni.

  • Google Search Console: Questo strumento aiuta a identificare problemi di scansione, robots.txt e errori 4xx e 5xx. Definire i parametri.
  • Tool Bing Webmaster: Questi strumenti forniscono lo stesso aiuto della Search Console, ma per motore Bing.
  • Screaming Frog: Questo SEO spider analizza i siti e identifica i problemi in modo rapido, perché si possano risolvere velocemente.
  • Facebook Open Graph Debugger: Verifica che i contenuti siano mostrati correttamente, per vedere in anteprima gli URL nei social network.
  • ELK Stack: Una piattaforma di gestione dei log, che fornisce numerosi e utili strumenti e può individuare errori 4xx e 5xx.

Potrebbe essere necessario utilizzare tutti gli strumenti citati o solo alcuni, in base all’esperienza. Tuttavia, potrebbero essere utili per prevenire futuri problemi con il proprio sito. Essere consapevoli di ciò che può avere un impatto negativo ed eliminare i problemi, unito agli sforzi per potenziare la SEO generale, può essere una buona strategia per dare ai siti maggiore possibilità di classificare le parole chiave desiderate.

Eliminare i problemi e rafforzare la strategia non garantirà picchi di traffico immediati su un sito, ma eviterà ostacoli agli sforzi Seo aziendali e agli utenti. Il primo passo è scoprire questi problemi all'interno del sito, assicurarsi di fare un'analisi approfondita della strategia tecnica e di contenuto Seo e iniziare il percorso verso un sito più performante.

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome