Senza sicurezza nessun vantaggio dal Byod

Home_Office_MObile_Worker_BYODCresce e si moltiplica, nelle aziende di tutto il mondo, la tendenza ad adottare dispositivi personali per applicazioni business.
Ma con l’aumento della soddisfazione e della produttività dei collaboratori registrata attraverso l’uso di nuove tecnologie scelte dal basso e non calate dall’alto, crescono anche i disagi registrati dai responsabili It in termini di sicurezza e supportabilità delle soluzioni.

La conferma arriva da una recente ricerca in tema Byod condotta online dall’istituto Redshift Research per conto di Hp intenzionata a comprendere l’atteggiamento delle aziende nei confronti di un trend in crescita come quello del Bring your own device.

Il quadro che ne esce non è dei più confortanti.
Un responsabile dei sistemi informativi su cinque, degli oltre 1.100 interpellati in Francia, Germania, Regno Unito, Belgio, Italia, Paesi Bassi, Spagna e Russia, afferma, infatti, di aver subìto violazioni della sicurezza a causa della pratica di consentire a dipendenti e collaboratori l’uso dei device mobili personali utilizzando la Rete dell’ufficio anche per accedere ai gestionali utilizzati in base a determinati livelli di pertinenza.

Peccato che solo il 43% dei responsabili It interpellati è certo dell’adeguata protezione del proprio ambiente aziendale rispetto all’uso di dispositivi personali, mentre ben il 36% dei rispondenti non cela la propria preoccupazione per il possibile trasferimento di malware e virus da tali dispositivi alla rete aziendale.

Poco incoraggiante è, inoltre, il dato secondo cui solo il 24% degli It manager ritiene la propria azienda adeguatamente attrezzata per il lavoro mobile, mentre un ulteriore 8% degli interpellati non reputa affatto la propria organizzazione opportunamente equipaggiata.

Da qui la constatazione di come la tutela della sicurezza aziendale rappresenta, a tutti gli effetti, il principale deterrente all’adozione del Byod, tant’è vero che circa la metà del panel degli intervistati ritiene cruciale una decisa linea cautelativa proprio per non compromettere la sicurezza della propria organizzazione.

Ma la flessibilità e il servizio continuativo garantiti dalla possibilità di lavorare a distanza, come pure il dato secondo cui, entro il 2020, dispositivi mobili come tablet e smartphone incrementeranno la propria presenza sul mercato, rispettivamente del 17 e dell’11%, fa spazio a una riflessione su tutte.
Le dà voce Hp, secondo cui i Cio sono chiamati a implementare politiche It ottimali per la propria organizzazione attraverso soluzioni in grado di proteggere identità, dispositivi e dati degli utenti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here