Sei mesi di forte crescita per Esprinet

In un mercato che cala del 6% il leader della distribuzione aumenta i ricavi del 41,9%. In miglioramento anche i margini

28 agosto 2003 Prosegue senza pausa la corsa di Esprinet che chiude i primi sei mesi dell'anno con una forte crescita del
fatturato e dei margini. Il distributore ha realizzato ricavi consolidati per
616,9 milioni di euro con una crescita del 41,9% rispetto a un mercato che si e'
contratto, nel medesimo periodo del 6,6% (dati Sirmi). L'Ebitda è salito del 56%
passando da 13,1 a 20,6 milioni, mentre l'utile ante imposte è arrivato a quota
13,2 milioni, in aumento del 68% dai 7,9 milioni dello stesso periodo del 2002.
Eccellente anche la performance dell'Ebit cresciuto del 47%. Peggiora invece
l'indebitamento che passa da 107,8 milioni del trimestre precedente agli attuali
123,6 milioni di euro. ''Se il trend viene confermato anche per il secondo
semestre
- afferma l'amministratore delegato Alessandro Cattani - gli
analisti vedono il nostro fatturato 2003 intorno a 1,2 miliardi di euro''
.
In una dichiarazione all'agenzia Asca Cattani ha parlato anche di “timidi
segnali di ripresa”
di un mercato “suscettibile di ulteriore
concentrazione, i distributori sono oggi 200, ma i primi 20 realizzano l'80% del
fatturato del settore. Continuiamo a guardarci intorno, ma al momento non ci
sono trattative calde. C'e' poi una evoluzione del portafoglio prodotti, il 43%
del nostro fatturato e' ancora legato a pc e server, ma il resto arriva oramai
da altri prodotti digitali dai lettori musicali sino alla macchine
fotografiche''
.
Di questi risultati se ne è accorta anche la Borsa. Negli ultimi sei mesi il titolo è passatoo da un valore di pocoo inferiore ai 12 euro agli attali 15,91 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome