Home Digitale Secutix, ticketing digitale per la sicurezza e la monetizzazione

Secutix, ticketing digitale per la sicurezza e la monetizzazione

L’intervista a Alessandra Sciolotto, di Secutix. A distanza di un anno dal varo a livello europeo del recovery plan, che in Italia ha portato al PNRR, 01net realizza un’inchiesta, basata su un ciclo di interviste con le principali società che operano in Italia nell’ICT sulla loro strategia per la digitalizzazione delle aziende italiane nel 2022.
Parliamo con loro di quattro temi cardine della trasformazione digitale: resilienza, cybersecurity, cloud, sostenibilità ambientale e sociale e le risposte consentono di costruire la mappa di partecipazione delle realtà ICT alla crescita del Paese in senso digitale.
E c’è un tema in più, il quinto: con spirito consulenziale, chiediamo di fornire agli imprenditori italiani un’idea in più, capace di produrre valore immediato sul piano dell’efficienza e della competitività.

Per Secutix Italia ci ha risposto il Direttore Generale, Alessandra Sciolotto.

Un anno dopo il Recovery Plan, a che punto siamo con la reale trasformazione del Paese: con quali soluzioni, competenze e servizi partecipate alle missioni del PNRR che coinvolgono il digitale?

Il 2022 sarà l’anno in cui cogliere appieno l’opportunità di trasformazione del business guidata dai dati. Questo, a nostro parere, vale per tutti i settori, ma in particolare pensiamo che sia tempo che l’industria degli eventi, a cui Secutix si rivolge con le proprie soluzioni di “ticketing engagement”, inizi a capitalizzare il valore dei dati e intraprenda alcuni fondamentali cambiamenti tecnologici, prendendo il controllo sui propri processi di ticketing.

Siamo convinti che la crisi dovuta alla pandemia possa offrire più di uno spunto per ripartire se musei, teatri e organizzazioni culturali – così come società sportive e di gestione degli eventi in palazzetti e stadi – sapranno rinnovarsi, tra nuove tecnologie e un nuovo approccio.

Mentre il ticketing rimarrà il “core business” per la maggior parte di queste realtà, sarà altresì fondamentale percorrere nuove strade parallele per proporre al pubblico un percorso digitale coerente attraverso la tecnologia. Ci aspettiamo anche di vedere emergere nuovi paradigmi di fruizione di contenuti culturali e sportivi e nuove offerte sviluppate per interagire in modo diverso con il pubblico locale, più streaming di contenuti e una crescita dei “collectibles NFT”, i beni digitali da collezione.

Il 2021 è stato l’anno in cui il tema della cybersecurity è atterrato in tutte le imprese. Quali prospettive concrete vi siete dati per il 2022?

Secutix opera in maniera innata su blockchain, per garantire sicurezza alle imprese che organizzano eventi e al pubblico. Quando si acquista un biglietto su piattaforma SecuTix, il titolo viene trasferito sulla app di Mobile Ticket Wallet del gestore dell’evento tramite blockchain, così da poter “tokenizzare” i biglietti, registrarne l’acquisto e collegare i dettagli di proprietà in piena sicurezza, anche in caso di trasferimento del biglietto.

Proprio per la sua sicurezza intrinseca, come catena di informazioni che non possono essere modificate una volta registrate, la blockchain – con l’AI e il ML che consentono l’analisi dei dati di emissione dei biglietti e sono in grado di identificare potenziali frodi all’interno del ciclo di vita del ticket – è già pronta anche per supportare il tracciamento sanitario del pubblico che interviene ad un evento. Nei prossimi mesi ci aspettiamo una diffusione sempre maggiore delle piattaforme di “secure mobile wallet” tra le imprese che gestiscono eventi. Secutix sta già implementando in molte realtà europee TIXnGO Covid Pass | Early CheckIn, un secure mobile wallet che funziona in maniera molto simile alle procedure di imbarco su un volo aereo: pochi giorni prima dell’evento, del concerto o della visita al museo, il possessore del biglietto riceverà sul proprio smartphone una notifica con le istruzioni per fare la scansione del proprio Green Pass comodamente da casa. Il sistema validerà quindi l’autenticità e la validità del documento, verificando la corrispondenza con il nome sul biglietto e permettendo all’utente di accedere all’accesso prioritario in sede di evento.

Crediamo inoltre che la blockchain si fondamentale anche per la sicurezza “fisica” degli eventi: come noto, è piuttosto semplice falsificare i biglietti o acquistare titoli di ingresso contraffatti al mercato nero per qualsiasi tipo di evento. E, purtroppo, la maggior parte delle piattaforme di biglietteria è ancora poco sensibile ai rischi associati alla contraffazione o alla rivendita a persone che non sono i destinatari previsti dei biglietti. Sono invece ben note le minacce associate all’accesso a una location di eventi da parte di partecipanti “non desiderati”. Rintracciare i proprietari dei biglietti potrebbe fornire informazioni molto utili per impedire l’accesso a persone potenzialmente pericolose, o comunque indesiderate: ecco perché, per esempio, suggeriamo sempre l’implementazione di una piattaforma di “ticketing blockchain” per eventi dove è necessario un controllo rigoroso sugli accessi.

Componente fondamentale della trasformazione digitale è il cloud. Quali sono le scelte che dovranno compiere le aziende italiane nel 2022?

Il settore degli eventi sta diventando sempre più ibrido: laddove un tempo gli eventi erano strettamente legati a uno specifico luogo, ora è necessario adottare un approccio globale, poiché chiunque potenzialmente possa accedere all’evento e ottenere contenuti esclusivi da qualsiasi parte del mondo grazie alla tecnologia. Le piattaforme di biglietteria in cloud, come Secutix , offrono ai gestori di evento opportunità di monetizzazione completamente nuove, combinando funzionalità innovative di Business Intelligence, CRM e marketing digitale anche con tecnologia blockchain e AI, come già visto, con l’obiettivo di supportare i gestori di eventi culturali e sportivi per l’accoglienza del pubblico in sicurezza.

Allo stesso tempo, tuttavia, con la ripresa delle attività, l’industria degli eventi guarda anche più vicino sul territorio: con le restrizioni ai viaggi ancora in vigore, le organizzazioni che hanno fatto molto affidamento su un pubblico turistico internazionale per i loro eventi, mostre ed esperienze dal vivo, dovranno iniziare a diversificare il loro target, rivolgendosi in maniera specifica a quello locale. Per questo saranno fondamentali iniziative di marketing mirate ed eventi su misura per attirare il pubblico di prossimità: qui entrano in gioco pesantemente la Business Intelligence, il CRM e il marketing digitale.

Dopo il Cop26 si è capito che la sostenibilità, sia ambientale sia sociale, oramai riguarda non solo tutti i Paesi ma anche tutte le aziende. Qual è la vostra strategia riguardo questi temi?

Lo sviluppo sostenibile è una visione a lungo termine della crescita economica, che tiene conto dei vincoli ambientali e sociali.

Secutix cerca di inserirsi in questo quadro in due modi: da un lato, offrendo servizi che aiutano i clienti a migliorare la sostenibilità, e dall’altro, applicando una condotta aziendale che va in questa direzione.

Secutix ha fatto della dematerializzazione dei biglietti d’accesso una delle principali aree di ricerca, con l’introduzione della propria tecnologia brevettata nel 2002, di cui il settore dei trasporti (SNCF tra i primi) ha beneficiato immediatamente. Tuttavia, spostare l’onere della stampa dall’organizzatore allo spettatore non è un obiettivo del tutto “responsabile”: per questo, da anni creiamo veri e propri percorsi interamente dematerializzati per l’accesso agli eventi, con un’impronta ambientale ridotta al minimo grazie agli “m-tickets” disponibili su smartphone.

Anno dopo anno, vediamo anche lo sviluppo delle vendite online tra i nostri clienti e una quota crescente di biglietti mobile, che oggi va dal 30% al 60% (il dato pre-Covid era tra il 20 e il 25% delle vendite).

Scegliamo inoltre i nostri partner in base alla loro dimensione CSR: per esempio abbiamo deciso di lavorare con produttori di biglietti che termici offrano prodotti compatibili con la tecnologia SFI (Sustainable Forestry Initiative).

Infine, il principio stesso di un servizio di biglietteria SaaS ha una serie di conseguenze positive in termini di sviluppo sostenibile per il mercato:

Disponibilità di una architettura per lo stoccaggio dei dati e hosting “collettivo” sui server Secutix:

sia in termini di sicurezza dei dati dei clienti o di impronta di carbonio, la condivisione sviluppata in questo modo ha un impatto ridotto rispetto ad una moltiplicazione di client-server. Inoltre, la messa in comune delle risorse di calcolo così ottenuta permette di evitare un dimensionamento tecnico basato sul picco di attività di ogni istituzione e di lavorare invece in una configurazione mediana, dove il picco di attività di un’istituzione è compensato dalla minore attività delle altre.

Disponibilità di strumenti digitali per evitare la stampa su carta:

Per promuovere la comunicazione digitale fornendo strumenti di CRM che permettano lo sviluppo di strategie di e-marketing e di ridurre – o di eliminare – la stampa di programmi stagionali o volantini promozionali, che vengono vantaggiosamente sostituiti da newsletter o email con offerte speciali

Per fornire ai team di ticketing e agli operatori un database di documentazione online, manuali di formazione digitali, gestione via web delle segnalazioni di incidenti o richieste di assistenza, strumenti di gestione dei progetti per centralizzare e condividere le informazioni, il tutto evitando la proliferazione di email e stampe cartacee

Protezione dei dati personali

Secutix è sempre stata all’avanguardia e ha investito molto per garantire che i dati dei clienti finali siano gestiti con totale trasparenza e rispetto dell’integrità, protezione e accesso ai loro dati personali, anche con le certificazioni PCI-DSS per la gestione dei pagamenti, oltre alla ISO 27001-2013, che garantisce lo standard internazionale per la sicurezza dei sistemi informativi.

Per quanto riguarda specificamente l’attuazione del RGPD, e storicamente delle raccomandazioni della CNIL, Secutix non solo ha messo in atto i processi interni volti a conformarsi a questo regolamento come azienda, ma ha anche sviluppato gli strumenti tecnici insieme a un “Quaderno di lavoro sulla protezione dei dati”, accessibile online per consentire ai clienti di conformarsi al regolamento.

Lavoro da remoto (già prima di marzo 2020):

Nell’ambito dell’implementazione dei progetti e dell’installazione delle soluzioni di ticketing i clienti, una parte della parametrizzazione a monte e delle riunioni di lavoro vengono effettuate a distanza, così come parte della formazione con il vantaggio della possibilità di registrazione delle sessioni.

Allo stesso modo, durante la durata del contratto, vengono organizzati workshop di formazione o presentazioni di nuove funzionalità sotto forma di webinar: non solo nessuno deve viaggiare, ma questo metodo di funzionamento permette di chiamare esperti che altrimenti sarebbero più difficili da trovare.

L’idea ICT del 2022 di Secutix

Se doveste proporre un unico investimento (prodotto, soluzione, metodologia) a un’azienda italiana, una scelta capace di produrre da subito un beneficio a livello di efficienza e competitività, su cosa verterebbe il vostro consiglio?

Il passaggio al digitale apre la possibilità di conoscere meglio il pubblico, generare lead e migliorare l’esperienza dell’utente. Vedremo che le soluzioni di ticketing aiuteranno sempre più a facilitare la gestione della community online all’interno e intorno agli eventi dal vivo.

Nei prossimi mesi l’industria degli eventi dovrà necessariamente basare la propria attività – per la ripresa – sui dati raccolti attraverso il ticketing digitale, ovvero su una puntuale conoscenza del proprio pubblico. Ci auguriamo che non ci siano ulteriori restrizioni nel 2022, tuttavia gli organizzatori di eventi hanno necessità di costruire una strategia per coinvolgere un pubblico sempre più ampio, se non sarà possibile partecipare agli eventi in persona. La situazione dei mesi scorsi è emblematica: l’impatto che la mancanza di coinvolgimento ha avuto sulla biglietteria è stato drammatico per alcune realtà anche con l’allentamento delle restrizioni. Per esempio, i musei che prima della pandemia erano riusciti a costruire relazioni solide con i visitatori sono stati in grado di mantenere la relazione con proposte diversificate, quali visite virtuali o accesso a iniziative digitali esclusive. E, una volta riaperte le porte, i visitatori hanno iniziato a tornare fisicamente. Ma i musei che non avevano iniziato a connettersi con il loro pubblico hanno avuto difficoltà reali a cercare di coinvolgerli all’indomani dei lockdown.

Comprendiamo quindi come sia vitale conoscere e costruire relazioni con il pubblico: le loro preferenze devono essere comprese in modo da poter creare iniziative di marketing iper-mirate e personalizzate. L’analisi dei dati potrà portare alla diversificazione dei ricavi attraverso il cross-selling e l’upselling direttamente ai singoli e una maggiore innovazione in termini di contenuti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php