Home Prodotti Mobile Scossone ai vertici di Tim: si dimette l'AD Gubitosi

Scossone ai vertici di Tim: si dimette l’AD Gubitosi

Evolve rapidamente la situazione che vede Tim catalizzare le attenzioni dei media.
Dopo la manifestazione di interesse del fondo Kkr, volta ad acquisire il 100% elle azioni della telco, arrivano le ventilate dimissioni dell’amministratore delegato Luigi Gubitosi.

Secondo quanto si apprende da fonti finanziarie, Luigi Gubitosi avrebbe già rimesso le deleghe al CDA. Contestualmente prende forma lo scenario di un interim del presidente Salvatore Rossi. A quest’ultimo  spetterebbero le deleghe da amministratore delegato.

L’incarico di direttore generale andrebbe quindi a Pietro Labriola, attualmente al vertice di Tim Brasil.

Tim, Vivendi ottiene le dimissioni di Gubitosi

Non è un mistero che Vivendi, l’attuale azionista di maggiorana di Tim, vedesse Gubitosi con il fumo negli occhi. Gli scarsi risultati finanziari e la (finora) negativa esperienza nella partnership con Dazn non sono piaciuti alla società francese.

la società di Vincent Bollorè ha finora giudicato insoddisfacente l’offerta di Kkr. L’uscita di scena di Gubitosi segna senza dubbio un punto a favore di Vivendi.

Se questa novità sia anche il preludio ad un rifiuto dell’opzione Kkr, è troppo presto per dirlo. Troppe variabili sono ancora sul tavolo, a cominciare dalla possibilità per il Governo di giocare la carta golden power.
Non rimane che attendere ulteriori sviluppi sulla questione Tim, che sono possibili in ogni momento. E potrebbero avere un peso specifico notevole sul futuro della digitalizzazione del nostro paese.

Le infrastrutture di rete in rame in fibra ottica di Tim sono centrali per la trasformazione digitale. Facile quindi immaginare perchè sia così combattuta la lotta per il controllo dell’ex monopolista di stato.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php