Risposta Nebula al digital divide dell’Asl di Foggia

Per la condivisione dei referti radiologici delle strutture ospedaliere che gravitano attorno all’Azienda sanitaria locale pugliese, una rete wireless messa a punto con le apparecchiature di Fly Communications.

Intenta a mettere in condivisione documenti sanitari per responsi medici più veloci e in grado di ovviare perdite economiche e di tempo derivanti dallo spostamento fisico dei documenti da una sede all'altra, l'Azienda Sanitaria Locale di Foggia si è affidata a Tia Networks.

Specializzata nella progettazione e realizzazione di sistemi integrati per telecomunicazioni, quest'ultima ha messo a punto un impianto per la trasmissione dati tra l'Ospedale di San Severo e i Poliambulatori situati nei territori di Vico del Gargano, Serracapriola e Torremaggiore, che fanno capo all'Asl pugliese.

Ne è venuta fuori un'infrastruttura wireless per la condivisione dei referti radiologici che, dall'Ospedale di San Severo vengono inviati alle altre strutture attraverso un impianto realizzato con gli apparati Nebula di Fly Communications, in grado di aggirare gli ostacoli di una barriera naturale, quale quella rappresentata dalle montagne del Gargano.

Detto addio ai 512 Kbps di banda minima garantita sui circuiti su rame e dato il benvenuto ai circa 12-18 Mbps ottenuti con architettura Hiperlan, l'installazione messa a punto ha reso possibile l'ampliamento della rete ad altri servizi sanitari che il direttore generale dell'area tecnica della Asl di Foggia, Attilio Manfrini, già immagina per il Pronto Soccorso e il Centro Unico di Prenotazione, mentre il collegamento con altre strutture pubbliche di Rodi, Peschici e Lucera è già realtà.

La rete wireless realizzata è, infatti, stata potenziata con l'installazione di Nebula Access Point Nwap-Giga-300An-Con-Mimo, apparecchiature dotate di due connettori N-Type interfaccia Ethernet Gigabit adatte anche per applicazioni punto-multipunto finalizzate, in questo caso, al collegamento del Poliambulatorio di Rodi e dell'Ospedale di Lucera, mentre il Poliambulatorio di Peschici beneficia di un ponte radio da 300 W di potenza realizzato grazie all'implementazione di Nebula Bridge Nwclbr-300An-26”, soluzione ritenuta ideale per link fino a 15 chilometri che, in condizioni ottimali, portano la banda effettiva fino a 100 Mbps.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here