Home Digitale Ripresa: Workday e Salesforce unite per il ritorno sicuro in ufficio

Ripresa: Workday e Salesforce unite per il ritorno sicuro in ufficio

Workday e Salesforce hanno varato nuovi piani di integrazione per consentire ai clienti comuni di proseguire nei propri progetti per un ritorno al lavoro in sicurezza.

Le due aziende offriranno soluzioni integrate tra la piattaforma Workday, che è fonte di informazioni sui lavoratori in tempo reale e approfondimenti sulle competenze per la forza lavoro dinamica, e Work.com di Salesforce, nuova suite di applicazioni e risorse di consulenza per aiutare i leader aziendali e della comunità in tutto il mondo a riaprire in sicurezza.

L’unione doterà i clienti congiunti di informazioni e strumenti che agiranno tempestivamente per aiutarli a gestire la propria forza lavoro in una strategia di riapertura post Covid-19 per la ridefinizione del lavoro e di come e dove viene svolto. Tutto questo in combinazione con la necessità di aderire alle normative in evoluzione.

Con le soluzioni integrate tra Workday e Work.com di Salesforce gli utenti saranno in grado di sincronizzare i dati critici relativi a lavoratore e competenze di Workday, inclusi quelli della ontologia di Workday Skills Cloud, con le informazioni di sicurezza, salute e luogo di lavoro di Work.com.

La disponibilità della prima fase delle soluzioni integrate per i clienti comuni è prevista per giugno 2020 con ulteriori soluzioni a venire.

Salesforce e Workday pianificano infatti di offrire soluzioni future che aiuteranno le aziende a preparare e proteggere il posto di lavoro: quando le aziende si prepareranno alla riapertura, saranno in grado di valutare la disponibilità del sito e di tenere traccia delle considerazioni sanitarie regionali per prendere decisioni critiche basate sui dati, come ad esempio se la riconfigurazione degli spazi degli uffici può soddisfare le esigenze di distanziamento sociale o sapranno valutare e gestire l’inventario dei dispositivi di protezione personale. Inoltre, saranno in grado di assegnare e dislocare i lavoratori nei luoghi appropriati in modo più sicuro, rimanendo al contempo informati sulle normative locali in materia di salute e sicurezza.

Le aziende che intenderanno riportare la propria forza lavoro in ufficio potranno anche valutare le preferenze o la fattibilità della sede del lavoratore tramite uno screening sanitario e determinare l’idoneità dei dipendenti in base al completamento della formazione in materia di salute e sicurezza. Inoltre saranno in grado di creare un approccio graduale per riportare i lavoratori in ufficio sulla base di altri fattori quali la criticità, la gestione dei turni e la capacità della sede. Tutto questo potrà essere fatto proteggendo la sicurezza dei lavoratori in loco e a casa con soluzioni per tracciare manualmente i contatti sanitari e relazionali in modo sicuro e privato.

L’accordo con Salesforce fa seguito alla partnership strategica che Workday ha stretto con Microsoft per portare la pianificazione aziendale nel cloud e ampliare il le soluzioni che i clienti possono utilizzare per ottimizzare al meglio il loro lavoro quotidiano.

Con questa partnership gli utenti della piattaforma Workday potranno eseguire la pianificazione adattiva di Workday sul cloud di Microsoft Azure, mentre Microsoft adotterà Workday Adaptive Planning per i suoi team finanziari globali per la pianificazione, il budget e le previsioni per accelerare il processo decisionale.

Le società hanno anche attivato nuove integrazioni tra la suite di applicazioni di Workday e Microsoft Teams e Azure Active Directory che consentiranno di semplificare le attività quotidiane, favorire la collaborazione, aumentare la produttività e migliorare la sicurezza.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php