Home Digitale Ricerca YouGov: l’80% delle giovani donne in Italia non è competente in...

Ricerca YouGov: l’80% delle giovani donne in Italia non è competente in IT

Una ricerca di YouGov commissionata da Yoox Net-A-Porter in Italia, Gran Bretagna e Stati Uniti e in linea con il programma “Women in Tech”, ha rilevato che solo il 20% delle ragazze italiane tra i 18 e i 25 anni, percentuale che aumenta al 23% se inclusi anche gli altri Paesi oggetto della ricerca, si sente Tech Savvy e quindi competente in materie informatiche.
Il 23% delle giovani donne intervistate in Italia non crede di essere il “tipo di persona giusta” per lavorare nel settore tecnologico e il 12% di loro (il 17% se consideriamo anche gli altri paesi) dichiara di non avere abbastanza fiducia in se stessa per considerare ruoli in questo settore

Alla luce di quanto emerso dalla ricerca e in concomitanza con l’iniziativa mondiale “Hour of Code”, Il Gruppo Yoox Net-A-Porter, lancia il suo primo corso online “Designs on Coding” pensato per avvicinare i giovani, in particolare le ragazze, al mondo del coding. Il corso è disponibile dal 9 al 15 Dicembre e accessibile a tutti in maniera gratuita.

Il corso online è stato sviluppato per aiutare a rafforzare la fiducia dei giovani, e in particolare quella delle ragazze, verso le competenze informatiche spiegando le nozioni di base del coding attraverso quiz brevi, coinvolgenti e legati al settore della moda.

L’obiettivo di Yoox Net-A-Porter è quello di continuare a sostenere lo sviluppo dei talenti nel proprio settore di appartenenza caratterizzato da una forte interconnessione tra la tecnologia e la moda.

La ricerca di YouGov

Ricerca commissionata dal Gruppo Yoox Net-A-Porter e condotto da YouGov ad agosto e settembre 2019. La dimensione totale del campione è stata di 1192 donne di età compresa tra 18 e 25 anni e di cui 566 negli Usa, 506 in Italia e 120 in UK. Il lavoro sul campo è stato condotto tra il 21 agosto e il 1 settembre 2019. Il sondaggio è stato condotto online.

La ricerca di YouGov svolta su un campione di oltre 1.000 donne fra i 18 e i 25 anni in Gran Bretagna, Stati Uniti e Italia ha messo in evidenza come solo il 23% delle intervistate (il 20% in Italia) si ritenga competente in materie informatiche. La ricerca ha inoltre rilevato che, a inizio carriera, il 35% di queste donne (33% in Italia) desiste dal considerare ruoli nel settore tech perchè convinte di non possedere l’esperienza necessaria.

La ricerca evidenzia che meno di un quarto delle intervistate considera le competenze informatiche importanti per i percorsi professionali nella moda in ambito buying o design (23% il dato aggregato nei tre Paesi, il 24% in Italia).

Il 25% (23% in Italia) delle intervistate non ritiene di essere “il tipo di persona” che solitamente trova impiego nel settore tecnologico, mentre il 17% dichiara di non avere abbastanza fiducia in sè per considerare ruoli di questo tipo. I risultati del sondaggio realizzato quest’anno si aggiungono a quelli di una ricerca condotta nel 2018**, in cui l’8% delle giovani fra gli 11 e i 16 anni riteneva che le professioni di stampo tecnologico fossero importanti per una carriera nella moda.

Per seguire il corso Designs on Coding non c’è bisogno di alcuna conoscenza dei linguaggi di programmazione. Pensato per ampliare la comprensione della programmazione informatica e della sua importanza nel settore della moda, il corso promuove l’apprendimento attraverso la pratica. Fra i principali esercizi proposti durante il corso troviamo quello che prevede il cambio di colore e di proporzione del pattern tessile grazie all’uso dei concetti base del linguaggio Python come liste, stringhe, variabili e funzioni.

I risultati della ricerca hanno ispirato YOOX NET-A-PORTER e TuringLab (azienda inglese che sviluppa prodotti per promuovere la programmazione e le materie STEM tra le nuove generazioni) a sviluppare questo corso in aggiunta alle altre attività del Gruppo con l’Imperial College di Londra, in particolare il laboratorio Imperial CodeLab, e con la Fondazione Golinelli di Bologna.

Imperial CodeLab organizza un programma di lezioni di coding settimanali durante tutto l’anno, insegnando ai bambini le basi della programmazione. Dall’inizio del programma nel 2017, il 69% di coloro che frequentano i corsi sono ragazze.

Imperial CodeLab rientra nel programma internazionale di Digital Education di YOOX NET-A- PORTER. Il Gruppo, inoltre, collabora con la Fondazione Golinelli di Bologna per promuovere l’educazione digitale tra i giovani in Italia.

Dal 9 al 20 dicembre, i volontari di YOOX NET-A-PORTER e la Fondazione Golinelli terranno seminari e sessioni di programmazione in oltre 35 scuole nella zona di Bologna. Circa 1.000 giovani studenti, di età compresa tra gli 11 e i 18 anni, avranno accesso alle basi dell’informatica e saranno in grado di sviluppare le proprie capacità di prototipazione e codifica insieme a competenze importanti tra cui creatività, collaborazione e risoluzione dei problemi. L’iniziativa di quest’anno, la quarta di fila e che durerà per 11 giorni, è iniziata con l’evento di apertura dell’Opificio Golinelli che ha coinvolto i bambini con corsi di robotica, programmazione visiva, programmazione, realtà virtuale e design.

 

 

1 COMMENTO

  1. E nelle scuole Italiane a che punto siamo? Sanno almeno che esiste questo corso e pensano di adottarlo, oppure sono poco propensi? A vedere quanto poco si sta facendo per l’apprendimento dell’informatica in genere, c’è poco da sperare.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php