Red Hat e Ibm rafforzano la loro collaborazione

Si consolida una partnership già attiva da tempo, con la disponibilità di Advanced Server, versione professionale della distribuzione Linux, su tutte le linee di sistemi business di Big Blue. Analoghi accordi, peraltro, sono già in essere con concorrenti come Hp e Dell.

Sempre più stretta la collaborazione tra Ibm e Red Hat, che annunciano la disponibilità della versione professionale di Red Hat Linux su tutte e quattro le famiglie di server Ibm, pronta anche a supportare l'ambiente open source con tutte le forze delle divisioni software e servizi. Il nuovo accordo pluriennale sottoscritto dai due partner lunedì, si focalizza sulla distribuzione Advanced Server di Linux e sulle sue caratteristiche non presenti su altre edizioni. Red Hat, numero uno dei pacchetti Linux commerciali, aveva già raggiunto analoghi accordi anche con i rivali di Ibm, ovvero Hp e Dell Computer. Big Blue sembra offrire l'appoggio più entusiastico nei confronti della piattaforma aperta, che essendo compatibile con molti computer diversi (a differenza di sistemi come Microsoft Windows o con la versione Ibm di Unix) riesce a semplificare il lavoro su server particolarmente complessi. Red Hat aveva già supportato in passato la famiglia degli Ibm xSeries e oggi, nel quadro del nuovo accordo, estende tale supporto ai pSeries, iSeries e zSeries. Ibm da parte sua garantirà la compatibilità con Linux di prodotti come Db2, WebSphere, Tivoli e Lotus.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here