Quest sulla strada della virtualizzazione

La società di enterprise management si è riorganizzata per una migliore efficienza complessiva.

Di recente alcuni cambiamenti hanno ridisegnato la struttura di Quest Software. In particolare, sono state integrate le operazioni di due regioni europee, la nostra e quella spagnola, (come ha illustrato il country manager Italia e Spagna, Francisco Albares) che con 60 persone contribuiscono con 20 milioni di dollari al business complessivo della società, di 630 milioni.

Quest, focalizzata dal 1987 sull'enterprise management, ha oggi quattro aree di lavoro: gestione applicativa, database management, automazione dell'infrastruttura Windows e virtualizzazione.

Proprio l'ambito virtuale pare essere l'area di maggior crescita e destinataria di investimenti da parte della società nel 2009. Già ora interiorizza la tecnologia proveniente da alcune delle ultime acquisizioni effettuate, fra cui quella di Vizioncore.

Per il Cto di Quest, Joe Baguley, la virtualizzazione, e ora anche il cloud computing, sono aspetti che spostano il fulcro dell'enterprise management esenzialmente sul momento applicativo.

Questo vale anche per un prodotto fornito da dieci anni, come Foglight (giunto alla versione 5), che consente di stabilire quanto costa effettivamente a una società usare una certa applicazione, e quindi permette anche di migliorarne il rendimento.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome