Psion chiude in perdita e presenta il nuovo Ceo

La società, che ha chiuso l’anno fiscale 2001 con perdite per 150,1 milioni di sterline, assisterà al passaggio di poltrone tra David Levin e Ian McElroy, suo successore come Ceo della società.

Pur avendo rinunciato alla produzione di nuovi
handheld, Psion ha chiuso in negativo l'anno fiscale 2001. Le perdite
riportate dalla società sono state di 150,1 milioni di sterline, pari a 212
milioni di dollari, o 36 centesimi per azione, rispetto ai 10,6 milioni di
sterline registrate, in termini di perdita, nell'esercizio precedente. Il
fatturato della società è calato del 18%, fino a raggiungere quota 181,1 milioni
di sterline. Nel frattempo, David Levin ha lasciato il suo posto di Ceo per
ricoprire la stessa carica in Symbian, l'Internet venture nata dall'intesa tra
Psion, la finlandese Nokia e altri produttori di telefoni cellulari. Al suo
posto subentrerà Ian McElroy, che giusto lo scorso anno ha guidato
l'acquisizione di Teklogix da parte di Psion. E ora l'attenzione è tutta puntata
su Symbian che, a breve, potrebbe annunciare un importante accordo commerciale
siglato con il produttore Sud coreano Samsung, interessato all'acquisto
delle licenze del sistema operativo per l'accesso veloce a Internet di casa
Symbian. 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here