Pc client: in Italia il rinnovamento “forzoso” porta buone nuove

Complice il fine supporto per Windows Xp, decrementi in calo e ritorno al segno positivo nei segmenti desktop e notebook indagati da Sirmi nel Q1 di quest’anno.

È un calo di quasi il 6% quello registrato da Sirmi nel primo trimestre dell’esercizio in corso per il mercato dei pc client in Italia.
Il che, tradotto, significa 714 i milioni di euro di fatturato generati da gennaio a marzo, per un volume di un milione e 878mila unità consegnate, in un ben più contenuto decremento stimato intorno allo 0,7% rispetto ai primi tre mesi dello scorso anno.

Cenni di ripresa o diktat dei vendor?
Frutto di un rinnovamento “forzoso” del parco, anche a causa del fine supporto annunciato da Microsoft per Windows Xp, nei primi tre mesi di quest’anno, il risultato delle vendite in unità dei desktop professionali sono passate dal -15,7% registrato un anno fa all’attuale +0,5 per cento.
Negativo, ma decisamente in ripresa rispetto al -21,3% del Q1 2013, anche il dato registrato da Sirmi in merito alle vendite in unità dei desktop consumer che, nel primo trimestre del 2014, sono diminuite di “soli4,5 punti percentuali.

Indiscutibilmente positivo, invece, il trend osservabile sul mercato notebook che, con riferimento al segmento business, ha riportato un +7,4% delle unità vendute rispetto al Q1 2013.
Una percentuale che, anche in ambito consumer ha confermato il segno positivo davanti a un più ridotto incremento del 4,3% riportato rispetto al medesimo quorter dell’esercizio precedente.

Segni di maturità dal mercato tablet
Ma per un segmento in leggera crescita o apparente ripresa, un altro ne fa le spese. Questa volta è il caso dei tablet, in calo del -5,4% rispetto ai primi tre mesi dell’anno scorso, dopo una crescita molto sostenuta nel corso di tutto il 2013.

Pc client terreno per pochi player
Infine, se si considera la ripartizione del mercato del primo trimestre 2014 tra i rispettivi vendor sulla scena, quello evidenziato da Sirmi è uno scenario in cui le quote di mercato nel comparto pc client sono spartite tra pochi player.
Oltre il 55% delle vendite sarebbero, infatti, da attribuirsi a Samsung, Apple e ad Hp, con le maggiori quote di mercato sul segmento tablet ad appannaggio dei primi due player, mentre Hp conferma la propria pole position nei segmenti pc desktop e notebook.

Seguono, secondo Sirmi, per peso sul totale delle vendite di pc client Acer, Asus, Lenovo e Dell, con quote all’interno di un range compreso indicativamente tra il 5 e il 10 per cento.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here