Ehealth, le patologie croniche oggi si curano con le app

In un'epoca in cui quasi tutti i beni e servizi di consumo, dai generi alimentari al babysitting, possono essere acquistati attraverso una transazione elettronica su un dispositivo mobile, sembra ragionevole pensare che sempre di più l'assistenza sanitaria possa essere gestita anche attraverso app.

I potenziali benefici della salute digitale sembrano particolarmente interessanti per la gestione di patologie croniche come il diabete e l'ipertensione. In questi casi, i fornitori prescrivono protocolli - compresi i farmaci, le restrizioni alimentari e l'esercizio fisico - il cui successo dipende dalla conformità del paziente e dalle scelte che avvengono quotidianamente al di fuori del sistema sanitario formale.

CDM, app per l'ehealth

Le applicazioni per la gestione delle malattie croniche (Chronic Disease Management, Cdm) hanno avuto un primo successo, ma non sono ancora all'altezza del loro potenziale. Questa carenza non è dovuta alle tecnologie; il problema sono gli incentivi e le istituzioni del sistema di erogazione in cui le tecnologie vengono introdotte. Per avere successo in queste circostanze, gli sviluppatori di applicazioni Cdm devono prima considerare chi saranno i clienti primari (cioè a pagamento) per le loro tecnologie. Essi devono poi sviluppare un approccio per garantire che la disponibilità di un cliente ad adottare le loro applicazioni si traduca in un uso sostenibile. Solo con un uso prolungato le applicazioni Cdm avranno la possibilità di migliorare i risultati dei pazienti e di ridurre i costi per il trattamento delle condizioni a cui si rivolgono.

Una sfida per le applicazioni sanitarie digitali è che sono difficili da vendere direttamente ai pazienti, il che rende questo gruppo una fonte improbabile di clienti paganti. Dato che gli individui non sono abituati a pagare per il trattamento delle malattie croniche al di là dei ticket standard per le visite mediche e i farmaci su prescrizione, i costi per l'acquisto dei singoli pazienti come clienti sono probabilmente molto elevati.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO SU 01HEALTH

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here