Oracle compra NetSuite per 9,3 miliardi di dollari

Un accordo definitivo con un closing veloce: queste sono le premesse per l’ultima, in ordine di tempo, acquisizione da parte di Oracle. La società ha infatti reso noto di essere pronta ad acquisire NetSuite per 9,3 miliardi di dollari, pari a 109 dollari per azione.
Una cifra importante, che colloca immediatamente quella di NetSuite come la seconda acquisizione più importante della storia di Oracle, dopo quella di PeopleSoft, per 10,3 miliardi di dollari, avvenuta nel 2004.

Per sapere chi è NetSuite e come opera in Italia ti invitiamo a leggere questo articolo

Per Oracle è sempre più cloud

L’acquisizione di NetSuite si inserisce nella strategia cloud di Oracle, divenuta da tempo centrale nel percorso di crescita della società.
E con NetSuite è innegabile che la società californiana si porti a casa un pezzo della storia del cloud.
Fondata nel 1998 a San Mateo, NetSuite è considerate la prima società al mondo ad aver cominciato a distribuire applicazioni per il business via internet e oggi ha in portafoglio soluzioni per il mondo finanziario, per l’ERP e per il retail omnichannel, con un portafoglio di 30.000 aziende, in oltre 100 Paesi.
Va detto che con questa operazione Oracle “pesca” tra i gioielli di famiglia: Larry Ellison contribuì con 125 milioni di dollari alla nascita della società nel 1998 e di nuovi Ellison e i membri della sua famiglia detengono oltre il 40 per cento delle azioni di NetSuite.
Non solo.
Il Ceo di NetSuite, Zach Nelson, è stato personaggio di primo piano nel management team di Sun Microsystems e di Oracle.
Non solo.
Tra le due aziende esiste un patto di collaborazione e di interoperabilità della durata di nove anni, siglato addirittura nel 2013.
Ce ne è abbastanza per capire che l’acquisizione non avviene su un terreno estraneo né ai disegni strategici di Oracle, né alle sue partnership.

Accelerare il processo di integrazione

Per questo motivo, è facile pensare che l’accelerazione che Oracle intende dare all’integrazione tra i due business, con l’obiettivo di inserire al più presto i risultati di NetSuite ai suoi dati finanziari, potrà avvenire senza particolari ostacoli.
Il Ceo di Oracle, Mark Hurd, sottolinea la complementarietà dell’offerta delle due società, mentre Zach Nelson evidenzia le opportunità che nascono dal fatto di entrare in una azienda di dimensioni globali, soprattutto in termini di espansione dei mercati raggiungibili.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome