Home Intelligenza Artificiale OpenAI, ultimo colpo di scena: Sam Altman torna al comando, al via...

OpenAI, ultimo colpo di scena: Sam Altman torna al comando, al via un nuovo board

Settimana davvero incredibile per una delle più importanti società nel settore dell’intelligenza artificiale: OpenAi annuncia l’ennesimo colpo di scena con il ritorno di Sam Altman nel ruolo di CEO.

Ad annunciarlo, di fatto all’unisono, sono tutti i protagonisti di questa complessa vicenda: Sam Altman stesso, OpenAI, Satya Nadella e Greg Brockman.

Come ogni battaglia che si rispetti, anche nella querelle OpenAI ci sono vinti e vincitori. Lo abbiamo già detto, a nostro avviso Satya Nadella ha saputo destreggiarsi benissimo. 

L’autorevolezza e il peso politico di Nadella nel settore AI è sicuramente cresciuto; una posizione di forza che testimonia la grandissima abilità del manager.

Sam Altman stesso ne esce rafforzato. Il board uscente lo aveva silurato da OpenAI: Altman è rientrato dalla porta principale, con gli stesso poteri formali (era già CEO) ma in concreto con un potere decisamente rafforzato. Difficile, se non impossibile, immaginare che qualcuno ne metta in dubbio il ruolo, almeno non in un orizzonte di breve periodo

Il board di OpenAi esce di scena: nuove nomine provvisorie

Non possiamo mettere Emmett Shear  tra gli sconfitti: è rimasto in carica come CEO per meno del battito d’ali di una farfalla, ma senza dubbio era più che consapevole della precarietà della posizione, per usare un eufemismo.

I veri sconfitti sono i precedenti membri del board, che hanno perso la partita su tutti i fronti.

Una nuova lista iniziale di membri del consiglio di amministrazione è stata annunciata nella notte. Bret Taylor, ex co-CEO di Salesforce, presiederà il consiglio di amministrazione, insieme all’amministratore delegato di Quora Adam D’Angelo – unico superstite del precedente e consiglio di amministrazione di OpenAI – e a Larry Summers.
Vista la rapidità con cui avvengono i cambiamenti al vertice in OpenAI, se fossimo nel board non ci sentiremmo troppo comodi.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

Iscriviti alla newsletter

css.php