Home Intelligenza Artificiale Office incontra l'intelligenza artificiale: Microsoft lancia 365 Copilot in Italia

Office incontra l’intelligenza artificiale: Microsoft lancia 365 Copilot in Italia

Microsoft Italia ha annunciato la disponibilità generale in Italia di Microsoft 365 Copilot, il copilota basato sull’AI generativa in grado di amplificare il lavoro delle persone e delle aziende e capace di liberare tempo da attività di routine, aumentare la creatività e dare spazio a nuovi scenari di crescita, innovazione e ingegno umano.

Copilot combina infatti la potenza dei modelli linguistici di grandi dimensioni (LLM) con i dati aziendali e le app di Microsoft 365, per trasformare il mondo professionale grazie all’AI. Da una parte Copilot lavora al fianco delle persone grazie all’integrazione nelle app Microsoft 365 che vengono utilizzate ogni giorno – Word, Excel, PowerPoint, Outlook, Teams– per liberare la creatività, aumentare la produttività e migliorare le competenze; dall’altra è stato integrato all’interno di un’esperienza completamente nuova, Microsoft 365 Chat, che funziona unendo  LLM, le app di Microsoft 365 e i dati – dal calendario, alle e-mail, le chat, i documenti, le riunioni e i contatti – per eseguire operazioni che prima le persone non erano in grado di fare.

L’AI Generativa può generare opportunità e benefici senza precedenti e siamo convinti che potrà contribuire sensibilmente a migliorare il mondo in cui viviamo e lavoriamo, aiutandoci a raggiungere obiettivi finora impensabili. Come Microsoft, siamo al fianco delle organizzazioni per guidarle in questa rivoluzione tecnologica e aiutarle ad abbracciare il cambiamento. Stiamo già lavorando, in collaborazione con il nostro ecosistema di partner sul territorio, con numerose aziende in Italia, affiancandole nell’identificazione di scenari strategici di innovazione supportandole nella loro implementazione in modo rapido e garantendo la formazione affinché possano avere le competenze necessarie per un uso efficace, sicuro e responsabile dell’AI generativa” ha commentato Vincenzo Esposito, Amministratore Delegato di Microsoft Italia.

 

A pochi mesi dalla sua introduzione, l’AI generativa sta trasformando il panorama competitivo globale, accelerando il cambiamento tecnologico e aprendo a nuovi scenari di crescita economica e sviluppo sociale.  Una ricerca di The European House – Ambrosetti e Microsoft Italia ha calcolato che un’adozione pervasiva dell’AI generativa può produrre, a parità di ore lavorate, fino a 312 miliardi di euro di valore aggiunto annuo, pari al 18% del PIL italiano. A parità invece di ricchezza prodotta, l’uso di strumenti di AI generativa possono liberare un totale di 5,4 miliardi di ore, che possono essere dedicate ad altre attività più strategiche e a valore. I vantaggi dell’AI generativa sono trasversali a tutti i settori: attualmente, il settore finanziario, manifatturiero e sanitario (e scienze della vita) sono i mercati più maturi nell’ambito dell’uso di AI generativa. I processi aziendali che ne stanno traendo maggiori benefici, grazie a una più efficiente gestione di grandi quantità di dati, sono la R&S, la progettazione e la produzione e supply chain. A livello globale, McKinsey stima il potenziale economico dell’AI generativa in un valore compreso tra $2.600 miliardi e $4.400 miliardi all’anno, pari al PIL di un Paese come il Regno Unito.

 

Dalla ricerca sviluppata con The European House – Ambrosetti sono emersi anche i principali rischi che possono frenare la diffusione dell’Intelligenza Artificiale Generativa. È emerso come più di 1 azienda su 2 (il 52%) consideri alto il rischio sulla tutela della privacy, il 38% è preoccupato per le implicazioni etiche e sociali.

 

In questo scenario, Microsoft consolida il proprio impegno nel promuovere uno sviluppo sicuro e trasparente e un’adozione responsabile dell’AI generativa, a beneficio della società intera. Oltre ai principi per un approccio etico all’Intelligenza Artificiale – Equità, Inclusione, Affidabilità, Trasparenza, Sicurezza e Responsabilità – enunciati già nel 2020, Microsoft ha ulteriormente rafforzato le misure per costruire sistemi di AI sicuri e aiutare le organizzazioni pubbliche e private a orientarsi in questi scenari complessi, contribuendo al contempo al dialogo tra tutti gli attori sulla definizione di politiche e pratiche efficaci per governare le tecnologie avanzate di AI e la loro diffusione.

Microsoft lavora infatti per mappare, misurare e gestire i rischi e applica una governance a più livelli che prevede controlli solidi su processi e risultati in materia di AI.

 

Le prime sperimentazioni da parte delle imprese: i dati del Work Trend Index e primi casi d’uso in Italia

Sono già numerose le aziende che in tutto il mondo hanno sperimentato Copilot e lo stanno adottando all’interno dei loro flussi di lavoro. Nella nuova edizione del Work Trend Index, Microsoft ha valutato l’impatto dell’AI generativa nelle organizzazioni, in termini di produttività, qualità del lavoro e tempo. Il 70% degli utenti di Copilot ha dichiarato di aver incrementato la propria produttività mentre il 68% ha affermato che Copilot ha migliorato la qualità del proprio lavoro mentre il 57% spiega di riuscire a essere più creativo grazie a Copilot. In generale, è aumentata la rapidità nello svolgere compiti specifici (ricerca, scrittura e sintesi) per il 29% degli intervistati: il 64% degli utenti ha dichiarato che grazie a questo strumento risparmia tempo nella lettura e smaltimento delle mail, il 75% ottimizza il tempo speso nelle attività di ricerca di informazioni e documenti, l’86% dichiara di riuscire a recuperare più velocemente ciò che si sono persi.  Il 67% degli utenti dichiara come Copilot li abbia aiutati a investire il tempo risparmiato in attività più strategiche e a maggior valore, il 77% infine non vuole più rinunciarvi.

 

Anche in Italia sono in corso i primi progetti di innovazione legati a Microsoft 365 Copilot: A2A, CNH Industrial, Iveco Group, MAIRE, Nexi e Saipem le prime aziende che hanno introdotto l’AI Generativa nei loro processi e flussi di lavoro.

 

A2A è la Life Company che si occupa di energia, acqua, ambiente e servizi smart per le città. Il Gruppo, il primo player in Italia nell’ambito dell’economia circolare e il secondo operatore nazionale nella generazione di energia per capacità installata, ha definito un Piano Strategico decennale ispirato ai 17 obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU per promuovere la crescita sostenibile del Paese e rendere la transizione energetica e l’economia circolare delle realtà concrete. La società, guidata dall’Amministratore Delegato Renato Mazzoncini, ha aderito all’Early Access Program (EAP) di Microsoft 365 Copilot per migliorare la produttività e l’inclusione dei propri dipendenti. Ciò ha consentito di accedere in anteprima a questa tecnologia innovativa, di contribuire alla sua evoluzione e di poter testare un prodotto potenzialmente strategico e rivoluzionario. La potenza dei Large Language Models combinata con gli strumenti di produttività che ciascun dipendente utilizza nella sua quotidianità lavorativa è un alleato fondamentale per investire il proprio tempo in attività di maggior valore aggiunto.

 

CNH Industrial è un’azienda leader globale nel settore delle macchine e dei servizi per far progredire in modo sostenibile il lavoro degli operatori dell’agricoltura e delle costruzioni. Il progetto nasce dalla collaborazione tra CNH e Microsoft, con l’obiettivo di sperimentare e valutare l’efficacia di Microsoft 365 Copilot nell’ambito delle attività lavorative quotidiane. Microsoft 365 Copilot è stato integrato nella suite Microsoft Office, offrendo ai dipendenti la possibilità di supportarli nel generare automaticamente contenuti a partire da brevi input o richieste. Il progetto ha coinvolto un campione di 100 dipendenti, suddivisi in gruppi di lavoro eterogenei per competenze e settori. Il coinvolgimento dei dipendenti è stato graduale partendo da una fase preliminare di familiarizzazione con lo strumento fino alla verifica tramite feedback per valutare l’impatto del Copilot sulla produttività, la qualità, la creatività e la soddisfazione dei dipendenti. I risultati del progetto sono stati molto positivi, mostrando un significativo miglioramento della produttività e della qualità dei contenuti prodotti dai dipendenti grazie all’uso del Copilot, un miglioramento nella gestione dei meeting grazie all’aiuto dei recap intelligenti, una semplificazione nel recuperare le informazioni relative ad argomenti discussi insieme ad altri colleghi e la possibilità di riassumere contenuti da documenti complessi.

 

Il progetto è nato dalla collaborazione tra CNH e Microsoft, con l’obiettivo di sperimentare e valutare l’efficacia di Microsoft 365 Copilot nell’ambito delle attività lavorative quotidiane. Il progetto ha coinvolto un campione di 100 dipendenti, suddivisi in gruppi di lavoro eterogenei. CNH ha l’obiettivo di migliorare la produttività dei dipendenti, favorendo le attività a maggior valore aggiunto. Microsoft 365 Copilot si è rivelata una soluzione innovativa che promette di aiutare i dipendenti a generare contenuti in modo rapido, efficace e personalizzato, basandosi sull’intelligenza artificiale,” Federico Derde, Senior IT Manager di CNH Industrial.

 

Iveco Group è un leader globale nel settore automotive, attivo nei segmenti Veicoli Commerciali e Speciali, Powertrain e correlati Servizi Finanziari, alla costante ricerca di soluzioni innovative che sostengano il suo impegno nel guidare il cambiamento verso una mobilità più sostenibile. Iveco Group ha avviato la collaborazione con Microsoft per integrare strumenti di Intelligenza Artificiale generativa e offrire alle proprie risorse nuovi strumenti di facilitazione del lavoro e miglioramento della produttività. L’azienda è entrata a far parte del programma Early Adoption di Microsoft 365 Copilot, consentendole di accrescere le proprie conoscenze ed esperienze sull’IA generativa e di integrare strumenti innovativi nei processi aziendali quotidiani. Iveco Group sta testando questa tecnologia e il suo impatto sull’esperienza lavorativa e sulla produttività, proponendola ai dipendenti come strumento di supporto alle attività lavorative, lasciando alle persone la centralità del ruolo creativo, insieme alla responsabilità di produrre output adeguati.

 

Iveco Group è orgogliosa di promuovere l’innovazione e andare oltre l’ovvio” ha dichiarato Fabio Ricciato, Head of IT Customer Journey & Digital Architecture, AI and DEX di Iveco Group. “L’integrazione armonica dell’Intelligenza Artificiale generativa negli strumenti di lavoro e nell’esperienza quotidiana delle nostre persone consentirà loro di ottenere di più e di meglio e di offrire un valore ancora maggiore ai nostri clienti. Eravamo abituati a parlare dell’effetto ‘meraviglia’ dell’IA, ora, mentre sta diventano uno strumento naturale per i nostri colleghi, cerchiamo l’effetto ‘conoscenza’ e siamo entusiasti di vedere i risultati della sua implementazione.”

 

MAIRE, gruppo di ingegneria che sviluppa e implementa tecnologie innovative a supporto della transizione energetica, ha avviato una collaborazione con Microsoft per testare e implementare Copilot all’interno dell’organizzazione, entrando nel programma Early Adoption di Microsoft. Il percorso di adozione si è articolato in diverse fasi, a partire dalla verifica che l’ambiente di lavoro fosse compatibile con Copilot, che ci fossero le licenze necessarie e che le politiche di sicurezza aziendali non ostacolassero l’utilizzo dello strumento. Dopo una serie di incontri formativi per comprendere funzionamento e potenzialità di Copilot, il gruppo identificato per la fase di test ha avuto la possibilità di accedere alle demo di Copilot applicato a diversi scenari e contesti, acquisendo le competenze e la fiducia necessarie per utilizzarlo in modo autonomo e produttivo. L’azienda si è successivamente strutturata internamente per creare un portale interno di supporto, per la condivisione di informazioni e casi d’uso, che ha contribuito ulteriormente alla conoscenza dello strumento, offrendo agli utenti la possibilità di scambiarsi esperienze e buone pratiche, e di accedere a risorse sempre aggiornate. Nelle fasi iniziali del progetto l’azienda ha predisposto inoltre un monitoraggio, raccogliendo i feedback degli utenti tramite colloqui diretti per valutare l’impatto e i benefici di Copilot nell’organizzazione.

 

Michele Mariella, Chief Information Officer di MAIRE: “La nostra collaborazione con Microsoft per Copilot ci ha permesso di sperimentare una soluzione all’avanguardia nel campo dell’intelligenza artificiale applicata al Digital Workplace. Abbiamo riscontrato dei miglioramenti nella qualità, nella velocità e nella facilità di redazione dei nostri documenti, e abbiamo apprezzato la possibilità di personalizzare e adattare Copilot alle nostre esigenze e preferenze. Siamo convinti che questa soluzione rappresenti un valido strumento per MAIRE e per i nostri dipendenti. Siamo entusiasti di continuare la nostra preziosa collaborazione con Microsoft.”

 

Nexi, la PayTech leader in Europa, ha avviato un programma interno per esplorare i casi d’uso dell’AI, sia tradizionale sia generativa, in vista di un’implementazione efficace. Questa iniziativa si inquadra nella collaborazione strategica con Microsoft, che vede anche il coinvolgimento di Nexi nel pilota di Microsoft Office Copilot. Questo strumento è stato assegnato a un gruppo eterogeneo, inclusi vari livelli di seniority e business unit, per esplorare nuovi modelli come ‘Adopt’ (utilizzo di tool esterni) e ‘Adapt’ (lavoro su basi dati proprietarie) per la realizzazione di applicazioni. L’obiettivo è liberare il potenziale umano, delegando i compiti ripetitivi all’AI per focalizzarsi sulla creatività e strategia, portando valore sia in termini di efficienza interna sia di crescita. Il progetto rientra nella ormai consolidata collaborazione con Microsoft, nata per innovare i pagamenti digitali in Europa e guidare la digitalizzazione di PMI, aziende, pubblica amministrazione e istituzioni finanziarie in diversi mercati attraverso soluzioni verticali a valore aggiunto capaci di rispondere a esigenze specifiche. La PayTech italiana, inoltre, è stata scelta da Microsoft come uno dei principali provider di pagamenti digitali per l’e-commerce nei maggiori mercati europei, mentre Microsoft sarà per Nexi preferred cloud provider dei servizi e delle soluzioni cloud Azure per la trasformazione delle proprie piattaforme e soluzioni e per il consolidamento dei Data Center in Europa, a partire dall’Italia.

 

“L’introduzione dell’Intelligenza Artificiale in Nexi rappresenta una sfida e un’opportunità. L’obiettivo è liberare il potenziale umano, permettendo all’AI di assumere i compiti più ripetitivi. Testando l’IA su diversi livelli aziendali, si apre la porta a una nuova era di efficienza e creatività. L’AI non è solo uno strumento, ma un alleato che libera spazio per la creatività e la strategia. Questo cambiamento richiede adattamento e visione, e il futuro dei pagamenti digitali vede nell’adozione dell’AI una sinergia tecnologica senza precedenti” ha dichiarato Daniele Gabbai, Group Head of Strategic Partnership di Nexi Group.

 

Saipem, è un leader globale nell’ingegneria e nella costruzione di grandi progetti nei settori dell’energia e delle infrastrutture, sia offshore che onshore, con oltre 30mila dipendenti che operano in più di 50 paesi del mondo.

Saipem ha una collaborazione decennale con Microsoft. È stata tra le prime società italiane quotate ad adottare la soluzione Azure di Microsoft e, proprio di recente, ha ulteriormente rafforzato la propria collaborazione esplorando l’applicazione della Generative AI nell’ambito delle proprie attività operative e, grazie a Copilot, nell’ambiente Office. Nello specifico, Saipem sta testando le potenzialità della intelligenza artificiale applicata a diverse aree: la contrattualistica e il supporto legale, la manutenzione dei propri impianti e delle navi e nella gestione della supply chain. Per Saipem, l’utilizzo della Generative AI e di Copilot rappresenta uno strumento fondamentale per consolidare e rendere più facilmente disponibile il proprio know-how in tutta l’azienda. Inoltre, permette di ridurre l’impegno in attività meno rilevanti nell’ambito delle attività di ciascuno, consentendo ai colleghi di restare focalizzati sulle vere priorità. Le sue applicazioni sono allo studio su molteplici use cases, e i benefici attesi saranno legati alla maggiore efficienza operativa grazie alla possibilità di destinare le risorse su progetti e attività core. Inoltre, l’utilizzo della AI permette di migliorare la qualità dei deliverables progettuali, su cui poter consolidare il know-how di Saipem.

 

Paolo Albini, Direttore Supply Chain, Digital ed IT di Saipem, ha dichiarato: “La nostra collaborazione decennale con Microsoft ci ha portato ad esplorare le potenzialità della Generative AI con l’introduzione di Copilot nell’ambiente office. Il suo beneficio è legato alla maggiore efficienza operativa che ci permette di migliorare la qualità dei nostri processi ed avere efficaci strumenti di analisi e di condivisione del know-how in tempi più rapidi. Il suo utilizzo cambierà le modalità di lavoro e di condivisione delle informazioni, migliorando le performance a vantaggio della creatività”.

 

Fondamentale il ruolo dei partner Microsoft sul territorio in questo processo di trasformazione digitale e transizione verso l’adozione di soluzioni di AI Generativa: 4wardPRO, Reply e Avanade sono tra i primi a supportare le aziende nell’integrazione di Copilot all’interno delle loro attività di business.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

Iscriviti alla newsletter

css.php