Niente Emc per Dell mentre arrivano i Pda

Nessuna intenzione di acquisire Emc, mentre si lancia il più piccolo desktop della gamma Optiplex, in attesa del debutto nei Pda.

29 ottobre 2002. "Non siamo interessati ad acquisire Emc, nè credo che Emc sia interessata a farsi acquisire". E' abbastanza categorico Kevin Rollins, presidente di Dell, che, proprio nel corso di una manifestazione celebrativa del primo anno di partnership tra le due aziende, ha ritenuto importante smentire le voci che si sono rincorse in questi giorni su una possibile operazione finanziaria. Una acquisizione, sostengono in Dell, non aggiungerebbe valore alla partnership esistente.
Se sul fronte storage arrivano smentite, le conferme vengono da un altro ambito: quello dei palmari. La società ha dunque confermato che nel 2003 - se pure senza precisare in quale periodo - lancerà una propria proposta di handheld. E secondo Gartner Dataquest, malgrado l'understatement che contraddistingue Dell su questo particolare argomento, l'arrivo dei Pda della casa di Michael Dell non mancherà di creare qualche scossone sul mercato. Non sarà solo una questione di prezzo, ma anche di decisa spinta verso il mondo Pocket Pc.
Intanto, sempre per rimanere sulle ultime tendenze in casa Dell, la società ha presentato Optiplex SX260, un desktop dal peso di 4 chilogrammi e dalle dimensioni pari a circa la metà rispetto agli altri modelli della linea, così da poter essere posizionato facilmente, in senso verticale o orizzontale, sotto una
scrivania oppure dietro a un monitor
flat panel.
Nella configurazione base, OptiPlex SX260 include processore Intel Pentium 4, Ddr-
SdRam ,Cd-Rom 24X, adattatore di rete integrato Intel Pro/1000MT, supporto
grafico integrato Intel Extreme, monitor da 15" UltraSharp SX260 flat panel, Windows XP Professional e tre anni di supporto con servizio next-business day a domicilio. Il tutto a partire da 869 Euro.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome