Netatmo aggiunge al suo catalogo di telecamere intelligenti un nuovo prodotto dedicato alla protezione degli spazi esterni, come la porta d’ingresso, le finestre perimetrali o gli spazi del giardino, caratterizzato dall’integrare una sirena antifurto da 105 dB. Il prodotto, nominato semplicemente Videocamera Esterna Intelligente con Sirena, è l’evoluzione del modello da esterni già disponibile al quale è stato aggiunto l’avvisatore acustico integrato, conservando le caratteristiche che contraddistinguono i prodotti di Netatmo.

Il cuore del sistema è rappresentato da una videocamera ad alta definizione, dotata di un sensore da 4 megapixel e capace di trasmettere immagini alla risoluzione Full HD di 1920×1080 pixel, una qualità che permette di osservare i dettagli di ciò che accade nell’area inquadrata. Il sensore ha un campo visivo di 100°, sufficientemente ampio per mostrare immagini ricche di dettagli senza distorsione.

Le immagini sono molto nitide durante il giorno, quando l’ottica è in grado di acquisire tutta la luce che riceve; al calar della sera la telecamera rimane operativa grazie alla visione a raggi infrarossi, capace di mostrare immagini anche al buio a una distanza massima di 15 metri.

La Videocamera Esterna Intelligente con Sirena è pensata per l’installazione all’aperto ed è in grado di resistere alle intemperie. La guida suggerisce di collocarla in una posizione più alta delle persone, puntando l’obiettivo verso il basso.

Intelligenza artificiale a bordo

Il software installato a bordo della videocamera è in grado di elaborare continuamente le immagini riprese e può riconoscere persone, animali e veicoli che passano nel campo visivo. Grazie al collegamento Wi-Fi, necessario per permettere il corretto funzionamento del prodotto, notifica agli smartphone che hanno installato l’app gratuita Netatmo Security quando riconosce uno di questi eventi, inviando anche la foto di anteprima e registrando un video ad alta qualità che viene memorizzato su una scheda MicroSD – già fornita nella confezione all’acquisto – e, se si desidera, inviato a uno spazio cloud a scelta fra un server FTP proprio, un account Dropbox anche configurato con il piano gratuito o il sistema Homekit Secure Video disponibile agli utenti Apple che possiedono un account iCloud a pagamento. Netatmo, a differenza di molti prodotti simili, non richiede alcun abbonamento per il funzionamento del servizio, in questo modo dopo l’acquisto non ci sono ulteriori spese impreviste.

La telecamera può accendere un potente faro da 12 W, parte integrante del prodotto, in grado di illuminare lo spazio inquadrato dall’obiettivo. Il faro, la cui luminosità può essere impostata a piacere, si comporta come una luce crepuscolare automatica in grado di aiutare a raggiungere la porta di casa facendo contemporaneamente da deterrente per le persone malintenzionate. Il faro può anche essere acceso o spento manualmente utilizzando l’applicazione o mediante automazioni domotiche.

Netatmo rende disponibile l’applicazione gratuita Security dalla quale si possono gestire le modalità di funzionamento della videocamera, attivando la sirena e il fascio luminoso. L’applicazione diventa di rosso acceso quando è attivo il suono della sirena, a indicare lo stato di allerta.

Notifiche in tempo reale

Le notifiche mostrano a colpo d’occhio cosa vede la telecamera e permettono all’utente di attivare, manualmente, la potente sirena integrata; questa inizierà a emettere una serie di suoni acuti, seguendo pattern che mutano continuamente per non essere troppo ripetitivi e avere più probabilità di essere notati dai vicini di casa. Il suono è perforante, capace di disorientare temporaneamente chi lo subisce, e può essere interrotto solamente tramite l’app di controllo o smontando fisicamente la telecamera, operazione che può essere effettuata solo quando un video in grado di permettere l’identificazione dell’ospite indesiderato è stato già ormai ripreso e trasmesso. La sirena non può essere purtroppo attivata automaticamente senza l’intervento umano; la telecamera da sola non può quindi sostituire un antifurto, ma è comunque un ottimo deterrente.

Il sistema operativo della videocamera è in grado di distinguere e classificare alcune famiglie di oggetti in movimento nelle immagini: persone, animali domestici e veicoli. Mediante l’app è possibile scegliere quali di queste categorie devono attivare il fascio luminoso e quali essere notificate tramite avviso sullo smartphone.

Grazie all’app è possibile selezionare quali fra le notifiche si desidera ricevere: la telecamera Netatmo sa distinguere fra persone e animali domestici, oltre ad automobili, veicoli o altri movimenti non classificati; si può quindi scegliere di non ricevere una notifica ogniqualvolta il proprio cane passeggia nel giardino di casa. Si possono programmare inoltre una o più aree sensibili, escludendone altre per le quali non è necessario che la telecamera reagisca: ad esempio, se nella nostra installazione vediamo parte della strada oltre il giardino, possiamo escluderla dal riconoscimento garantendo la privacy ai passanti e contemporaneamente meno notifiche inutili dirette verso il nostro smartphone: ridurle è importante per non cadere nel caso descritto dalla famosa favola di Esopo “Al lupo! Al lupo!”, rischiando così di non reagire a una segnalazione di vero pericolo, sottostimandola per le troppe notifiche ricevute.

L’angolo di ripresa della videocamera, di ben 100° di ampiezza, rischia di inquadrare anche zone che non si desidera monitorare attivamente; l’app permette così di definire delle aree entro le quali viene effettuato il riconoscimento del movimento, escludendo qualsiasi attività accada fuori dalle zone selezionate.

Assistenti vocali e domotica

La videocamera di Netatmo si integra perfettamente con i più diffusi sistemi di controllo vocale e automazione domotica, in particolare Amazon Alexa, Google Assistant e Apple Homekit. Oltre al flusso video, viene vista come sensore di movimento e come lampadina, permettendo così un’automazione più efficace in concerto con altri componenti della domotica casalinga: si possono costruire facilmente routine nelle quali il sensore di movimento della telecamera Netatmo può far riprodurre l’abbaiare di feroci cani da guardia dallo speaker di Alexa, oppure l’avvicinarsi alla posizione geografica dell’abitazione tramite la funzione di riconoscimento della posizione di Homekit può far accendere la luce prima ancora che compariamo nell’area inquadrata dalla videocamera. Le community dei sistemi Smartthings e Home Assistant hanno reso disponibili inoltre dei plugin o delle guide che permettono di sfruttare le API di Netatmo per integrare le sue telecamere di sicurezza all’interno dei due ecosistemi, ottenendo così la massima duttilità del prodotto.

Gli utenti di smartphone iOS o Android possono apprezzare l’app Netatmo Security, gratuita e veramente ben studiata, capace di integrare in una sola esperienza condivisa le immagini delle telecamere da esterno insieme a quelle per l’interno; gli eventi sono presentati in una linea temporale integrata, alternando le immagini e i video ripresi agli eventi particolari, quali l’attivazione della sirena o la perdita del segnale Wi-Fi; i servizi di Netatmo sono in grado di monitorare lo stato di attivazione della telecamera, avvisando l’utente quando per qualche motivo – spegnimento, mancanza di corrente, segnale internet assente – il prodotto risulta non accessibile e la sicurezza così potenzialmente compromessa. Le stesse funzionalità, da quelle di controllo a quelle relative alla configurazione del monitoraggio, sono disponibili anche sul sito web di Netatmo, utile nel momento in cui non si ha a disposizione lo smartphone.

La videocamera di Netatmo si integra perfettamente con l’applicazione Casa di iOS e con tutte le automazioni Homekit. Oltre a trasmettere le immagini nell’app e con l’aggiornamento di iOS 14 anche nella dashboard della Apple TV, viene vista dal sistema domotico come luce comandabile e come sensore di movimento.

Installazione

La telecamera è pensata per essere installata a muro e richiede l’intervento di un tecnico esperto: l’alimentazione deve essere collegata direttamente attraverso un morsetto che viene poi coperto da una robusta copertura monoblocco in rigido alluminio. Il prodotto viene poi agganciato alla base e può essere posizionato in modo da riprendere esattamente ciò che si desidera proteggere, configurando lo spostamento verticale e quello orizzontale.

Una volta posizionata, la telecamera si pone in modalità configurazione: mediante l’app Netatmo Security bisogna impostare l’account e collegarla alla rete Wi-Fi di casa, attivando così le sue funzioni di monitoraggio. Nei nostri test abbiamo verificato che la telecamera sembra supportare solo le reti a 2,4 GHz; per completare l’operazione di configurazione abbiamo quindi dovuto assicurarci che il nostro smartphone fosse collegato esplicitamente al SSID della rete in banda bassa; il problema non si pone con reti che condividono lo stesso SSID, configurazione tipicamente disponibile negli ambienti domestici.

La videocamera non presenta una tradizionale presa di corrente ma richiede l’installazione collegando fase, neutro e terra direttamente al morsetto coperto dalla placca di installazione. Seppur l’operazione sia molto semplice e possa essere eseguita da hobbisti esperti, è pur sempre preferibile affidarsi a elettricisti professionisti in modo da non rischiare di prendere la scossa.

 

La confezione comprende un cartoncino con due codici QR che, se mostrati all’obiettivo della telecamera, possono impostarla in modalità configurazione iniziale o reset di fabbrica; tali codici sono univoci e devono essere conservati, in quanto non recuperabili; oltre a tali codici è disponibile anche quello per la configurazione rapida di HomeKit.

La telecamera è costruita in un monoblocco di robusto acciaio e può resistere alle intemperie quali la pioggia e il vento, protetta contro i raggi UV da esposizione diretta al sole: tutto questo viene garantito dall’aderenza agli standard di impermeabilità HZO. Il prodotto è solido in ogni suo punto: in particolare danno impressione di robustezza le giunture che ne permettono il posizionamento e il cavo elettrico, il punto probabilmente più debole dell’intero sistema: per fortuna nel momento in cui ci si avvicina per provare a tagliarlo, con buona probabilità il proprietario di casa ha già ricevuto la notifica con tanto di fotografia.

L’app integra in un feed temporale tutti gli eventi importanti che vengono notificati dalle varie telecamere Netatmo, siano esse quella da interno con riconoscimento dei volti o quelle da esterno con o senza sirena; la sicurezza della propria abitazione è così gestita in modo coeso e coerente, sfruttando il massimo da ogni prodotto.

 

 

Questa videocamera intelligente segue quanto ci si può aspettare in generale dai prodotti Netatmo e conferma l’esperienza avuta con la casa francese: i prodotti, di certo non di primo prezzo, sono robusti, curati nella costruzione e nel software, due cose che non sempre convivono. Tutto, dal firmware alle app, passando per le API aperte, è pensato per garantire un’esperienza ottima e la massima integrazione possibile con altri sistemi; l’assenza poi di un abbonamento per l’utilizzo dei servizi, pratica confermata da anni da parte dell’azienda, è un significativo elemento che fornisce sul lungo periodo un grande valore aggiunto al prodotto.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome