My Passport Wireless Pro, molto più di un hard disk portatile

Quando abbiamo iniziato a esplorare My Passport Wireless Pro di Western Digital abbiamo capito che sarebbe stata una prova differente dalle consuete prove di un disco fisso. Abbiamo cercato quindi una definizione per il prodotto. Riduttivo definirlo un hard disk portatile Wi-Fi. Allo stesso tempo anche NAS Wireless o Media Server, per quanto calzanti, sono descrizioni limitanti. Ma allora cos'è realmente My Passport Wireless Pro? Vediamolo assieme.

Pronto per essere usato con il Mac

In un packaging essenziale troviamo un parallelepipedo nero, con l'ingombro di una confezioni di CD. Ci sono anche un cavo USB 3 e un alimentatore per la ricarica. Collegando MyPassport Wireless Pro direttamente al Mac compare nel Finder l’icona che ci permette di accedere al dispositivo. Venduto in tagli da 1, 2, 3 o 4 TB, il disco è formattato in ExFAT, sistema compatibile con Mac, Windows e Linux senza limitazioni di dimensioni dei file e senza la necessità di driver. Rispetto a un disco formattato solo Mac (HFS+) o Windows (NTFS) può capitare di dover controllare il disco stesso una volta scollegato senza averlo prima espulso. Col vantaggio però di una compatibilità desktop quasi completa. Eventualmente, si può scegliere di riformattare l’unità in maniera differente.

Il pannello di controllo di My Passport Wireless Pro
Il pannello di controllo di My Passport Wireless Pro

Il prodotto di Western Digital è dotato di un sistema Wi-Fi a 2,4 e a 5 GHz. Quest’ultima banda è consigliata ove disponibile, in quanto molto più performante e stabile. MyPassport Wireless Pro può collegarsi a una rete casalinga, rendendo disponibile il contenuto del disco remotamente. Ma può anche accettare connessioni dirette a una sua rete. Ciò è molto utile se si vuole accedere ai dati quando si è fuori casa (o ufficio) e non si ha a disposizione una rete Wi-Fi sicura. La rete che genera è molto veloce e permette la connessione di più utenti in contemporanea.

Durante un viaggio in auto tutti i passeggeri possono per esempio guardare in streaming ognuno un film diverso fra quelli salvati sull’hard disk. Oppure possono gestire diversi documenti in contemporanea. La stessa rete Wi-Fi può essere usata per far caricare via FTP i contenuti dalle macchine fotografiche dotate di questa caratteristica.

L'autonomia dichiarata è di 10 ore di uso continuativo. Molto difficile da raggiungere nella pratica, ma a superare le 8 ore ci si riesce senza problemi.

Ogni tipo di file

WD My Passport Wireless 2
Il retro del My Passport Wireless

Foto e video, ma anche dati, documenti e ogni altro file, possono essere importati anche da schede di memoria o unità USB, come chiavette, altri hard disk o direttamente dalle reflex digitali. My Passport Wireless Pro ha una feritoia per le schede Secure Digital SD e una presa USB dalle quali può importare. L’importazione viene avviata con un click sull’interfaccia web e può anche essere automatizzata. In tal modo il dispositivo importa il contenuto di ciò che gli viene connesso in automatico. Questa funzione è veramente utile per scaricare video appena ripresi con la reflex e liberare le schede di memoria al volo. Il tutto senza interrompere il nostro lavoro.

Lo streaming video

Abbiamo accennato poco sopra la possibilità di vedere contenuti in streaming: il prodotto di Western Digital ha installato a bordo Twonky (http://twonky.com), server compatibile DLNA per la condivisione di contenuti multimediali quali film, foto e musica agli Smart TV compatibili. In alternativa, si può abilitare il Plex Media Server (https://www.plex.tv) che offre una maggior cura dell’ordinamento dei contenuti grazie a funzioni avanzate di recupero dei metadati e di creazione di playlist personalizzate.

My Passport Wireless Pro Configurazione media
La gestione dei contenuti multimediali può essere fatta tramite Plex

Gli utenti iOS, ma anche di smartphone Android, possono scaricare dai rispettivi store l’app gratuita My Cloud, che permette l’accesso a tutti i dati salvati sul disco anche in assenza di un computer. L’app integra un player multimediale e un lettore di documenti compatibile con i principali formati e può collegarsi ai principali fornitori di servizi cloud, come Dropbox, One Drive, Google Drive, Adobe Creative Cloud e il servizio di My Cloud di Western Digital, creando un ponte fra gli stessi e l’unità disco.

My Passport Wireless Pro può essere un’ottima soluzione per fotografi e cineoperatori che lavorano spesso fuori dallo studio, con forti esigenze di mobilità. Allo stesso modo, può essere indicato per chiunque viaggi molto e voglia aver accesso a tutti i suoi dati anche senza collegamento Internet e computer.

Il prezzo di My Passport Wireless Pro varia da un minimo di 159,99 euro (1 TB) a un massimo di 259,99 euro (4 TB).

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here