MSC Crociere usa beacon e IoT per i servizi ai passeggeri

MSC Crociere ha spinto sull'acceleratore nell'adozione di nuove tecnologie digitali come base per realizzare nuovi servizi e forme di intrattenimento rivolte ai passeggeri. Le prime applicazioni si vedranno sulle due prossime navi di punta della compagnia - Meraviglia e Bellissima, che debutteranno rispettivamente a breve e nel 2019 - e sono il frutto di un piano triennale di evoluzione che vede investimenti da venti milioni di euro per le nuove navi da crociera.

Le applicazioni previste per i vascelli di nuova generazione comprendono un po' tutte le tecnologie "trendy" del momento: app mobili dedicate, beacon, riconoscimento facciale, wearable. Una parte importante dei servizi digitali è basata sulla installazione di oltre tremila beacon passivi negli spazi delle navi.

I beacon servono alla localizzazione dei passeggeri che, tramite un'app dedicata, potranno rilevare la loro posizione e quindi essere guidati verso l'area della nave che intendono raggiungere.

Si tratta di un servizio indubbiamente utile per orientarsi in "spazi" che ormai sono quelli di una piccola città. In futuro i beacon serviranno anche per abilitare servizi più innovativi e sempre legati alla localizzazione dei passeggeri.

Chi salirà a bordo della Meraviglia e della Bellissima sarà anche dotato di dispositivi wearable progettati per vari scopi. Gli "indossabili" più semplici con tecnologia NFC serviranno per operazioni come aprire le porte delle cabine e pagare consumazioni, mentre altri con tecnologia Bluetooth serviranno ad esempio per permettere ai genitori di rilevare la posizione dei loro figli sulla nave.

msc-crociere-2Robotica e realtà virtuale sono due altre tecnologie su cui MSC Crociere sta lavorando ma non farà debuttare a breve. La realtà virtuale avrà un ruolo probabilmente di intrattenimento, mentre la robotica è intesa come interazione tra i passeggeri e robot umanoidi.

I problemi da affrontare

Nell'applicazione delle nuove tecnologie MSC Crociere si è trovata di fronte a problemi non inattesi ma comunque da studiare attentamente, legati al fatto che una nave è un ambiente con molte specificità rispetto, ad esempio, a un edificio. Il principale è che per la gran parte del tempo la nave deve essere completamente autonoma in quanto non è connessa con l'esterno.

Per questo motivo l'infrastruttura IT necessaria per l'erogazione di qualsiasi servizio ai passeggeri e al personale di equipaggio deve essere tutta a bordo della nave. Bellissima e Magnifica hanno quindi a bordo due datacenter ciascuna, dove tra l'altro sono conservati tutti i contenuti digitali che servono per le attività di intrattenimento (le navi ospiteranno tra l'altro anche spettacoli del Cirque du Soleil).

Il fatto poi che una nave sia basata su una armatura complessa di acciaio impatta sulle comunicazioni senza fili. Per valutare questo impatto nella gestione dei beacon MSC Crociere ha condotto test su altre navi, in modo da ottimizzare il posizionamento degli elementi di rete durante la costruzione di MSC Meraviglia.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here