Molto rumore per … Apple

A pochi giorni dall’apertura del MacWorld di San Francisco la curiosità sulle prossime novità targate Mac è più che mai alle stelle

Le speculazioni si sprecano su quelle che saranno le novità che Apple si prepara a portare al prossimo MacWorld, in apertura il 7 gennaio prossimo a San Francisco. E di novità ce ne sarebbe davvero bisogno, vista la delusione che ha accompagnato i relativamente scarsi annunci dell’estate scorsa.
Apple lo sa e cavalca l’onda, annunciando sul proprio sito Web qualcosa che va – a suo dire – ben oltre i “rumors”, mentre il chief executive Steve Jobs sposta di un giorno il proprio keynote, preannunciando una relazione di quasi due ore.
I più attesi, dopo tanto parlare, sarebbero da un lato gli schermi Lcd e dall’altro un nuovo design per gli iMac, ma molte speculazioni riguardano anche la prossima generazione di processori G5: c’è chi dice che saranno presentati proprio durante questo MacWorld, altri gettano acqua sul fuoco e parlano di un semplice upgrade del G4, che dovrebbe sorpassare la barriera del GigaHertz e del miliardo di cicli al secondo.
C’è poi chi parla di una versione per Windows dell’iPod, la novità lanciata lo scorso autunno e indirizzata al mercato consumer.
Ma molto si attende anche non soltanto sul fronte dei prodotti e delle tecnologie. In particolare, toccherà ancora una volta a Steve Jobs chiarire il posizionamento della sua azienda, tracciare l'andamento per il nuovo anno e identificarne le linee guida.

Sicuramente la presenza nell'area education sarà uno dei punti chiave sui quali Jobs si soffermerà, anche se non mancheranno delle riflessioni sull'andamento della nuova esperienza retail, con i 25 punti vendita aperti negli Stati Uniti, e per i quali proprio nei giorni scorsi sono stati annunciati risultati non propriamente brillanti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome