Apple supera le previsioni, ma si aspetta una fine anno difficile

La società ha chiuso l’ultimo trimestre dell’anno fiscale con profitto di 65 milioni di dollari. Ma avverte che da qui a dicembre i ricavi potrebbero calare

Un calo era inevitabile, ma l'azienda ha retto bene. Questo è quanto traspare dalle parole di Fred Anderson, Chief financial officer di Apple, a commento dei risultato del trimestre appena concluso. Se si esclude 1 milione di dollari di dollari di guadagni derivanti da investimenti, il profitto dell'azienda nell'ultimo quarter dell'esercizio è stato di 65 milioni di dollari, ossia 18 cent per azione, mentre le revenue sono ammontate a 1,45 miliardi di dollari.
Gli analisti si aspettavano un profitto di 16 cent per azione e avevano posto come tetto massimo raggiungibile per il fatturato di circa 1,5 miliardi di dollari. La società può perciò dirsi soddisfatta dell'andamento del proprio business. Lo ha confermato Anderson, che ha puntualizzato come luglio e agosto siano stati mesi eccellenti per le vendite. Certo non hanno permesso di raggiungere il miliardo e 807 milioni di dollari fatturati lo scorso anno (170 milioni di dollari i profitti) ma allo stato attuale delle cose Apple è contenta del risultato ottenuto.
Tuttavia mette subito le mani avanti e avverte che l'attuale trimestre potrebbe portare invece portare risultati deludenti. Infatti, tipicamente le vendite di Apple non crescono più di tanto nell'ultimo quarter dell'anno solare. Perciò, in virtù di una tradizione non certo favorevole e dell'attuale situazione congiunturale, Anderson ha cautamente prospettato che a fine dicembre le revenue potrebbero non superare 1,4 miliardi di dollari e i profitti per azione assestarsi sui 10 centesimi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome