La Milano Digital Week prende il via con un chatbot

Presso la Microsoft House il sindaco di Milano Giuseppe Sala ha dato il via alla Microsoft Digital Week, ma di fatto anche alla Milano Digital Week (che parte ufficialmente il 15 marzo), contesto più ampio di divulgazione del sapere e fare digitale in cui si inserisce.

In pochi minuti Sala ha ribadito il senso della centralità di Milano nel movimento di trasformazione digitale (a Milano, e oltretutto in un fazzoletto, nel distretto di Porta Nuova, hanno sede le più grandi società impegnate: da Microsoft ad Amazon, da Apple a Samsung a Ca Technologies) ma non ha avocato il ruolo di capitale.

Milano, ha detto il sindaco non vuole essere capitale di nulla, perché sente su di sé un ruolo forse più importante, quello di essere costante finestra sul futuro, sulla trasformazione, sul movimento.

E come emblema di questo mix di fare e sapere sempre tendente al nuovo, Sala ha annunciato il rilascio di Chiara, un chatbot in versione beta disponibile da oggi sul sito del Comune di Milano, per dialogare con i turisti.

Il chatbot, chiamato Chiara con evidenti finalità di promuovere la trasparenza della struttura pubblica, è stato sviluppato da Teorema Engineering insieme a Microsoft.

Si tratta di un chabot che è stato realizzato per mettere a disposizione di cittadini e turisti uno strumento che consente di reperire con facilità ogni tipo di informazioni e dati sulla città e i suoi servizi, dagli eventi culturali, artistici e di intrattenimento alla mappa della metro, dalle attrazioni culturali ai locali e ristoranti, potendo affinare la ricerca e personalizzarla in base alle esigenze specifiche.

Il chatbot è in versione beta ed è per ora disponibile in italiano e in inglese, l’app sarà attiva su un canale webchat che i cittadini possono consultare dal sito www.turismo.milano.it per porre domande e interagire direttamenyte.

La versione futura, multilingue, includerà anche il supporto per arabo e cinese, per favorire così il processo di integrazione in una città multietnica come Milano, aiutando gli stranieri a interagire con le Istituzioni nella loro lingua madre.

In una nota Michele Balbi, Presidente di Teorema Engineering si dice entusiasta di questa realizzazione «che dimostra come è possibile rendere accessibile a tutti la Smart City, migliorando la vita quotidiana professionale e privata delle persone e facendole entrare in una nuova esperienza digitale. Un progetto che è nato sotto la filosofia dell’inclusione. Grazie alla nostra esperienza nel settore dell’Intelligenza artificiale, abbiamo sviluppato l’app facendo leva sui servizi Bot di Azure e sfruttando la piattaforma cloud di Microsoft. L’idea di partenza è stata analizzare esigenze e feedback nell’area di Milano, per sviluppare un’app di semplice utilizzo sia per i cittadini che conoscono la città sia per turisti in visita per la prima volta. Continueremo a lavorare per estendere con nuove funzioni la versione presentata oggi».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

1 COMMENTO

  1. Chatbots as a concept is going to evolve and become meaningful. They will create more opportunities for new companies to explode from nothing into prominence. They will create many new business strategy opportunities. In my opinion, they will play a large role in online business but not every role.
    Engati is a chatbot platform that allows you to build, manage, integrate, train, analyse and publish your personalized bot in a matter of minutes. It presently supports eight major messaging platforms including messenger, kik, telegram, line, viber, skype, slack and webchat with a focus on customer engagement, conversational commerce, and customer service and fulfillments.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome