Microsoft vuole il Plm

Con alcuni partner (fra cui Hp e Ugs) cerca l’integrazione nel manufacturing.

Microsoft ha stretto alcune partnership con vari vendor per spingere i propri server software a integrarsi con le applicazioni tipiche del settore del Plm (Product Lifecycle management).


Lo ha fatto dando vita a un programma di sviluppo orientato su due aree del Plm: design e collaboration di prodotto, portfolio e program management.


I partner coinvolti nell'iniziativa sono Hp, Immedient, Pcubed, Sopheon e Ugs. Queste socità indirizzeranno le loro soluzioni di Plm per i mercati automotive, chimic, consumer, high-tech e oil&gas sulla piattaforma di server Microsoft, a partire da Windows Server 2003, per arrivare a BizTal, Sql, SharePoint Portal, Office Project, comprendendo anche le soluzioni Office 2003, Live Meeting e InfoPath.


Il senso del programma, così come illustrato dai responsabili della unit dedicata al manufacturing della casa di Redmond, è quello di rispondere alla domanda, sorta presso l'utenza, di più densa integrazione fra le applicazioni di uso comune con quelle specifiche per il Plm (la più banale è quella che concerne la trasparenza fra un'applicazione Cad/Cam con Word).

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here