Microsoft, l’intelligenza artificiale farà crescere l’Italia

Microsoft ha presentato oggi a Milano Ambizione Italia, un progetto con cui vuole accelerare la trasformazione digitale in Italia, facendo leva su intelligenza artificiale e formazione avanzata.

L’iniziativa consiste in un programma di formazione, aggiornamento e riqualificazione delle competenze, compatibili con le richieste del mercato del lavoro.

Sono partner dell’iniziativa The Adecco Group, LinkedIn, Invitalia, Cariplo Factory e Fondazione Mondo Digitale, con cui Microsoft si propone di coinvolgere in Italia oltre 2 milioni di persone entro il 2020, formando oltre 500.000 persone e certificando 50.000 professionisti.

La piattaforma è aperta al contributo di altri soggetti, che potranno aggiungersi nei prossimi mesi.

Alla presentazione era presente anche Emilio Carelli, parlamentare M5S, che ha ribadito come l'intelligenza artificiale sia entrata sul piano di lavoro del Governo e ha ricordato che il Mise sta cercando esperti di intelligenza artificiale con cui creare un piano di sviluppo nazionale di lungo periodo.

 

Silvia Candiani, Amministratore Delegato di Microsoft Italia, dati di una ricerca condotta con EY alla mano, ha spiegato che 8 aziende italiane su 10 sanno che faranno business con l’intelligenza artificiale, ma solamente il 15% delle imprese ha dichiarato di essere andata oltre lo sviluppo di progetti pilota, rispetto alla media europea del 32%.

Silvia Candiani, amministratore delegato di Microsoft Italia

Motivo: non hanno in mano le competenze necessarie per una concreta progettualità avanzata.

Ecco perché, ha spiegato Candiani, "con il progetto di ecosistema Ambizione Italia investiremo 100 milioni di euro in iniziative, programmi e corsi che coinvolgeranno 2 milioni di giovani e professionisti italiani entro il 2020, contribuendo alla diffusione di una nuova cultura digitale per costruire insieme il futuro del Paese".

Arriva Phyd, piattaforma degli skill italiani

All’impegno di Microsoft in attività di formazione e avvicinamento alle digital skill, con un investimento di oltre 100 milioni di euro, si associa l'investimento di The Adecco Group di 6 milioni di euro per la realizzazione di Phyd, una nuova piattaforma per la formazione professionale sviluppata sulle skill del futuro.

Il senso di Phyd lo ha spiegato l'amministratore delegato di Adecco in Italia, Andrea Malacrida: i lavoratori italiani devono diventare responsabili dei propri percorsi formativi per colmare il grande divario tra competenze richieste e disponibili, valorizzando hard e soft skill.

Andrea Malacrida, Adecco

Phyd è una piattaforma basata su cloud e sulle tecnologie di intelligenza artificiale di Microsoft, che aiuta a orientarsi nel proprio percorso formativo professionale e personale, sviluppando nuove competenze e aggiornando quelle già acquisite.

Disponibile online entro fine anno, Phyd permetterà di visualizzare il posizionamento di giovani e professionisti in una mappa che incrocia opportunità lavorative, requisiti e caratteristiche personali, consente di individuare i percorsi professionali più pertinenti e le traiettorie formative da seguire ed infine offre l’accesso ai corsi migliori per costruire il proprio futuro.

Phyd sarà anche uno spazio fisico a Milano, che verrà aperto nel corso del 2019. L’hub ospiterà corsi, workshop, talk ed eventi per condivisione di esperienze e conoscenze.

Più spazio alle HR analytics

Il progetto Ambizione Italia beneficerà anche del legame con LinkedIn. L’intelligenza artificiale è un trend a cui adeguarsi in termini di skill e formazione, ma anche uno strumento su cui far leva per favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro e quindi un valido alleato nel processo di recruiting.

La nuova soluzione LinkedIn Talent Insights nasce con questa logica, integrando il machine learning e il natural language processing come forma di intelligenza artificiale per dare ai recruiter l'accesso self-service e on-demand in tempo reale ai dati e alle informazioni su talenti e società di interesse disponibili su LinkedIn.

Tra i partner del progetto Ambizione Italia ci sono anche Invitalia, l’Agenzia del Governo per lo sviluppo del Paese, e Cariplo Factory, l’hub di innovazione lanciato da Fondazione Cariplo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome