Mercato Tlc, Omnitel Vodafone chiude in crescita il 2002

In procinto di cambiare denominazione sociale e marchio distintivo, in Italia il Gruppo telefonico ha chiuso l’anno fiscale con una base clienti in crescita e ricavi totali per 6.042 milioni di euro

29 maggio 2002 In attesa di
cambiare definitivamente denominazione sociale e marchio distintivo - da Omnitel
Pronto Italia a Vodafone Omnitel - Omnitel Vodafone ha annunciato i risultati
finanziari relativi all'esercizio fiscale recentemente conclusosi. Fra inizio
aprile 2001 e fine marzo 2002 il Gruppo telefonico avrebbe riportato ricavi
totali per oltre 6mila milioni di euro, di cui 5.773 provenienti da servizi, il
27% in più rispetto al medesimo periodo dell'esercizio precedente. A guidare la
crescita, l'introduzione di una serie di servizi di
nuova generazione dedicati all'universo corporate e a quello
consumer. Non a caso, Omnitel Vodafone è l'unico operatore in grado di fornire
ai propri utenti il servizio Gprs roaming in tutti i Paesi in cui il Gruppo è
presente. L'Ebitda della società, cresciuto del 24%, ha raggiunto quota 2.792
milioni di euro, mentre il margine degli utili prima di oneri finanziari,
ammortamenti e tasse sui ricavi totali è cresciuto dal 43 al 46%. Al 31 marzo
2002, i clienti della telco hanno raggiunto e superato quota 17mila e 700,
portando a +34% la market share dell'operatore nel mercato mobile nostrano.

Pessimi, invece, i risultati di Vodafone che ha chiuso l'esercizio fiscale 2002 con una perdita netta di 16,15 miliardi di sterline - pari a 26 miliardi di euro -,
rispetto ai 9,88 miliardi di sterline persi alla fine dell'esercizio precedente.
In compenso, il fatturato dell'operatore britannico avrebbe registrato una crescita del 52%, salendo a quota 22,8 miliardi di sterline.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome