Makers: Roma capitale europea anche per il 2014

Asset Camera annuncia la nuova edizione nei giorni del 3/5 ottobre, ma in realtà con molte iniziative fin dal 28 settembre. Location, food e scuole le novità principali.

L'annuncio è ufficiale: Roma sarà capitale europea dei makers anche per il 2014. I risultati dell'edizione 2013 sono stati tali da confermare l'accordo tra Asset Camera e l'organizzazione della Maker Faire per i prossimi due anni.
La Rome Maker Faire, che è un grande appuntamento mondiale della terza rivoluzione industriale, ha l'ambizione di fare di Roma una grande protagonista nella partita dell’innovazione come è stato con Barcellona per il Mobile World Congress, con Berlino per l’Aifa, con Parigi per Le Web e con Londra per TechCrunch Disrupt.
E' opportuno ricordare i risultati dello scorso: 35 mila visitatori per oltre 250 progetti provenienti da tutta Europa e più di 200 performance dal vivo. Numeri straordinari, ma che l'organizzazione vuole superare.
La prossima edizione sarà ancora più spettacolare. Partiamo dall'elemento più intrigante, ovvero la sede. Non sarà più il Palacongressi, per superare i vincoli di spazio espositivo e soprattutto di flusso dei visitatori. Per conoscere la nuova collocazione, però, bisognerà attendere ancora qualche giorno: sarà nella zona dello stadio Olimpico, ma non lo stadio stesso.
E' invece confermata la sponsorizzazione di Intel, il colosso dei chip che sta spingendo molto sulla filosofia maker, molto simile a quella dei suoi stessi inizi nei lontanissimi anni '60.


I maker nutriranno il pianeta?

Tra i nuovi filoni d'indagine che verranno proposti alla comunità maker c'è il cibo, il cui connubio con la nuova artigianalità digitale è contrassegnato da ricordi della fantascienza anni '60 (il food replicator di Star Trek), realtà d'oggi (cake, chocolate 3D printing) e speranze del domani (“stampa” di cibo e produzione locale di medicine tarate). Ovviamente si strizza l'occhio anche all'Expo 2015, i cui argomenti centrali saranno “Nutrire il pianeta, energia per la vita”. Per chi fosse interessato ad esporre, la pagina della call for makers è a questo indirizzo.


Itis e professionali, presenti!

La seconda European Maker Faire sarà aperta dal 28 settembre al 5 ottobre, con una serie d'iniziative che coinvolgeranno anche gli istituiti professionali e gli Itis.
Il format Maker Faire affianca alle grandi manifestazioni anche delle edizioni minori come le Mini Maker Faire, che si stanno espandendo in Italia. Hanno aperto la strada Trieste dopo Torino, città d'elezione dei Makers data la presenza di Arduino. Torino e Arduino lanciarono anche il primo fablab italiano, ed ora ne annoveriamo già oltre 40. Quest'anno alla FabLab Conference, decima conferenza internazionale del FabLab Network (Barcellona, 2-8 luglio), l'Italia sarà ben rappresentata.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome