L’ufficio opensource: ecco OpenOffice.org 2.3.1

Disponibile una versione aggiornata della suite open source per l’ufficio.

PLIO, Progetto Linguistico Italiano OpenOffice.org, ha annunciato la disponibilità di una versione aggiornata della suite opensource per l'ufficio.

OpenOffice.org 2.3.1, già rilasciato in lingua italiana, non integra particolari novità ma si propone, piuttosto, come una release che risolve alcune problematiche legate alla sicurezza ed integra una procedura d'installazione grafica per i sistemi Linux.

La principale vulnerabilità di sicurezza risolta con il rilascio di OpenOffice 2.3.1 è quella riportata da Secunia in questa scheda: un malintenzionato potrebbe infatti essere in grado di eseguire codice Java potenzialmente dannoso "confezionando" un file database in formato OpenOffice, e modificandolo "ad arte" per sfruttare la falla.

PLIO sottolinea l'interesse che OpenOffice.org sta riscuotendo anche nel nostro Paese: "a parte il ritmo dei download, che hanno superato la soglia di 1.600.000 nel corso del 2007, si tratta di un periodo particolarmente ricco di iniziative per la comunità italiana, che ha lanciato due progetti: il primo per la creazione di un'estensione per la firma digitale dei documenti di OpenOffice.org, compatibile con i requisiti del CNIPA; il secondo per la raccolta e lo sviluppo di modelli in lingua italiana per OpenOffice.org, per gli utilizzi più comuni in Italia (ved., in proposito, questa pagina)".

Il rilascio di OpenOffice.org 2.4, versione della suite che includerà funzionalità "inedite", è al momento previsto per il mese di Marzo 2008. Nel frattempo, OpenOffice 2.3.1 è scaricabile gratuitamente cliccando qui.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here