LinkedIn

La pandemia di Covid-19 e le misure di distanziamento sociale che ne sono derivate hanno serie ripercussioni non solo nell’ambito della salute, ma anche del lavoro: la ricerca di lavoro è già di per sé stressante, anche nei periodi migliori, e l'impatto del coronavirus ha reso questo mercato ancora più difficile, evidenzia LinkedIn, dal suo punto d’osservazione privilegiato.

Alla luce di tutto ciò, il social network professionale ha inteso dare un supporto aggiuntivo a chi sta cercando un lavoro in questo momento, per aiutare gli utenti a distinguersi nei confronti dei recruiter e a prepararsi per il colloquio, che molto probabilmente ora sarà virtuale.

LinkedIn ha pertanto annunciato di aver accelerato il lancio di due nuove funzionalità: è in fase di test una nuova funzione di presentazione video che andrà ad affiancarsi a uno strumento di feedback istantaneo basato sull'intelligenza artificiale, che analizza contenuti e pattern vocali per aiutare l’utente ad affinare le proprie abilità nel colloquio di lavoro.

LinkedIn

Il 65 percento delle persone, afferma LinkedIn, crede che l'impressione che si fa di sé online sia importante quanto quella di persona, ma quando non si è nella stessa stanza può essere difficile mostrare le proprie soft skill ai potenziali datori di lavoro.

È proprio per risolvere questo problema che il social network professionale sta testando le presentazioni video: un responsabile delle assunzioni può richiedere una presentazione come parte del processo di hiring e l’utente ha la possibilità di rispondere con un video o con un testo scritto. Una risposta elaborata in modo attento, suggerisce LinkedIn, può aiutare a distinguersi prima ancora che inizi il processo di colloquio ufficiale.

LinkedIn

Per quanto riguarda il colloquio di lavoro vero e proprio, oltre il 50 percento delle persone afferma di non avere fiducia, evidenzia ancora LinkedIn. Per dare un aiuto in questa direzione, LinkedIn ha appena avviato il rollout della funzione instant feedback basata sull'intelligenza artificiale, tra gli strumenti di preparazione del colloquio.

Questi strumenti aiutano l’utente a prepararsi per alcune delle domande più comuni che vengono poste nel processo di screening, con accesso a video di qualità e suggerimenti di esperti e responsabili delle assunzioni su come rispondere alle domande più frequenti del colloquio di lavoro. Con la nuova funzione di feedback potenziata dall’intelligenza artificiale, una volta registrate le risposte di prova, si ottiene una valutazione, con feedback sul ritmo, su quante volte si utilizzano intercalari e frasi da evitare.

Il feedback sulla preparazione del colloquio è in fase di roll out a livello globale ed è possibile accedervi quando si cerca un lavoro con LinkedIn.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome