Le previsioni di fatturato inducono Citrix a ridurre i dipendenti

Per far fronte ai deludenti risultati (per il trimestre appena concluso si attende un calo del 20% rispetto a Q2 2001), la società ha già preventivato la riduzione del 10% del personale e un drastico taglio delle spese

10 luglio 2002 Si preannuncia un periodo davvero impegnativo per
Citrix Systems. A fronte di fatturato e utili più negativi del previsto, la
società ha già infatti preventivato di tagliare del 10% il numero di dipendenti,
che attualmente ammonta a 1.900 unità. Ma non solo. In previsione c'è anche la
drastica riduzione delle spese attese per i programmi marketing e per le
vendite. Questo però non significa che la società intenda incrementare le
vendite dirette, che attualmente contribuiscono per circa il 5% al fatturato
globale. Tutt'altro, come ha confermato lo stesso Ceo dell'azienda, Mark
Templeton, Citrix punterà ancora di più sull'aiuto dei propri partner e cercherà
di siglare nuovi accordi con system integrator in regioni in cui la società non
è ancora ben presente.


Più in dettaglio queste decisioni strategiche arrivano dopo che Citrix per il
trimestre conclusosi il 30 giugno prevede un giro d'affari non superiore ai 118
milioni di dollari (nello stesso periodo dello scorso anno era stato di 147
milioni di dollari), mentre gli utili per azione dovrebbero oscillare tra i 6 e
i 7 centesimi di dollaro, contro i 19 registrati a giugno 2001. E per il terzo
trimestre Templeton ha già preannunciato che le revenue saranno comprese tra 110
e 115 milioni di dollari. I dati ufficiali per il secondo quarter saranno resi
pubblici il 17 luglio.


Apparentemente in controtendenza con le decisioni a livello corporate, arriva
la notizia dell'apertura di una sede a Roma dell'azienda, con il chiaro
obiettivo di seguire più da vicno la Pubblica Amministrazione. Delle 
attività  della nuova struttura sono stati incaricati Giuseppe Sturiale,
corporate  systems engineer, e Guglielmo Morlacchi, account manager Centro
e
Sud Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome