Le nuove Vpn Ssl di Nokia

La casa finlandese potenzia la propria offerta di reti virtuali “clientless” con nuove funzioni di “anonimizzazione”.

20 settembre 2004

Nokia ha annunciato il potenziamento di Nokia Secure Access System, la propria soluzione di Virtual private network (Vpn) Secure Socket Layer (Ssl) per l'accesso remoto a e-mail, l'uso dati di personal information management, intranet aziendali e applicazioni, da qualsiasi punto Internet pubblico, terminale, laptop o dispositivo wireless.


Nokia Secure Access System 2.1 integra la nuova funzione Secure Workplace creata per garantire la massima sicurezza senza limitare l’operatività, comprendendo strumenti di protezione dei dati che vanno oltre la tradizionale pulizia della memoria cache o delle applicazioni per garantire la sicurezza dei dati più importanti.


Secure Workplace, infatti, consente di creare un ambiente di lavoro separato su laptop, pc domestici, terminali pubblici e altri dispositivi di accesso remoto per salvaguardare i dati creati nelle sessioni sicure.


Secure Workplace impedisce di divulgare inavvertitamente dati sensibili disabilitando la funzione di copia e incolla dall’ambiente sicuro a un’applicazione non sicura, lasciando la possibilità all’utente di spostare i dati da un ambiente non sicuro a Secure Workspace.


All’atto della disconnessione, Nokia Secure Access System cancella i file cache temporanei, i cookie e i segnalibri.


La versione potenziata, Nokia Secure Access System 2.1, elimina solo i nuovi file associati alla sessione sicura, lasciando i file cache non correlati nel sistema. Grazie a questa funzione l’utente ha modo di ricreare i parametri del browser dopo una sessione sicura, e aumentare la velocità di navigazione in rete lasciando i file cache non correlati nel dispositivo.


Fra le funzioni avanzate si segnalano la modalità High Availability, con cui è possibile installare e configurare Nokia Secure Access System in modo che che, nell’eventualità di guasto di un dispositivo, ne subentri automaticamente un secondo, con un’interruzione minima per l’utente; la Configuration Replication, che semplifica la gestione di gateway multiple e coppie ad alta disponibilità consentendo agli amministratori di definire un gruppo gestito di gateway e di sincronizzare eventuali modifiche della configurazione; la Client Integrity Scan, che effettua una verifica personalizzabile di vulnerabilità sui dispositivi dell’utente; la Advanced Access Control, che regola in maniera dinamica i privilegi di accesso in base all’identità dell’utente, al dispositivo utilizzato e alla sicurezza del dispositivo al momento dell’accesso; la Session Persistence, che permette all’utente di riprendere il lavoro senza perdere i dati allo scadere di una sessione Ssl; la Global functionality, che fornisce il supporto simultaneo di più lingue da un’unico gateway.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here