Le idee di Microsoft sugli Erp

Le parole di Steve Ballmer al summit con i partner europei focalizzano l’area di business della società, il midmarket, e danno credito al mercato europeo.

7 ottobre 2004

La presenza del ceo di Microsoft al Microsoft Executive Partner Summit europeo che la società ha tenuto a Lisbona è stata foriera di battute sagaci che però dicono molto di più di quanto l'effetto scenico abbia prodotto.


In primo luogo il ceo ha tranquillizzato gli astanti circa l'acquisizione che Microsoft farà (l'ha dichiarato) prossimamente: non concertne PeopleSoft, Oracle e tantomeno Sap.


Provocatiorio senz'altro, ma anche illuminante.


Ballmer ha voluto dire che non è interesse di Microsoft entrare nel mercato delle enterprise application, piuttosto ha quello di diventare un nome sul fronte delle business application, quelle per il medio mercato.


E gli ultimi annunci strategici lo confermano.


Richiesto delle motivazioni sulle esclusioni di acquisto, Ballmer, riportano le cronache dalla capitale lusitana, è tornato a essere provocatorio: Sap non ha una piattaforma, mentre Oracle non ha un sistema operativo e anche se acquistasse PeopleSoft rimarrebbe comunque dietro ai tedeschi in fatto di enterprise application.


Come dire: noi con Windows e .Net stiamo bene così. Ci facciamo girare sopra gli Erp per il medium business e siamo tutti contenti, Sap e Oracle compresi.


Quanto proprio alle applicazioni per le Pmi, contestualizzate al mercato europeo, ancora, tutto sommato, da creare per Microsoft, Ballmer si è dimostrato più che fiducioso.


Ha anzi detto di credere che quello continentale sarà il mercato più profittevole sul fronte delle business application nei prossimi anni. E anche che il fronte si consoliderà


Quindi, chicca finale, se Microsoft farà un'acquisizione, potrebbe essere in questo campo, che ha davanti a se, testuale, una roadmap di opportunità notevole.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here