Jda Software: l’evento inatteso va gestito con intelligenza artificiale

Jda Software, da fornitrice di soluzioni per la supply chain, vuole portare sul mercato una piattaforma basata su Intelligenza artificiale (AI), sulla quale giri sia l’intera nuova famiglia di prodotti Luminate control tower (con le necessarie Api) sia la gran parte dei prodotti legacy, supportata in ambiente SaaS, che girino in cloud (Microsoft Azure).

Jda ricorda, a tale proposito, la propria prima conferenza per sviluppatori, fatta circa due mesi fa negli Stati Uniti, a cui hanno partecipato circa 500 sviluppatori.

L’idea, dunque, è quella di dare vita a una community di sviluppatori che creino add on o soluzioni a se stanti per la soluzione di specifici problemi o per la realizzazione di un business diverso.

È questo ciò che ha affermato Fabio Tiozzo, strategic services director JDA Emea, durante un incontro a Milano. Tiozzo si occupa di digital, di intelligenza artificiale e di machine learning e ha cercato di capire e poi spiegare cosa sia l’evento inatteso in ambito manufacturing, quali costi un’azienda deve sostenere e quali tecnologie digitali possano gestire al meglio queste situazioni.

«I sistemi razionali – spiega Tiozzo– hanno sempre avuto la gestione dell’inatteso perché basati sui dati storici. Ma non basta solo la visibilità di un dato accurato, per gestire l’evento inatteso, bisogna anche predire. I problemi di produzione, i ritardi nelle consegne dei fornitori, per esempio, sono eventi inattesi che causano costi alle imprese danneggiando anche la supply chain. Vi sono costi di prevenzione, che riducono il ben più alto costo in caso per esempio di mancanza scorte, ci sono costi di impatto e di ripristino, basti pensare a un trasportatore in ritardo, le aziende devono pensare a spedizioni via aeree, per esempio, ecc. Ma cosa cambia oggi, nel panorama aziendale? Di cosa si ha bisogno? Del dato», spiega Tiozzo.

Fabio Tiozzo

Ma si sa bene che il dato in sé, se non gestito, non serve a nulla. Ecco che torna in auge l’intelligenza digitale quale strumento per dare agli utenti le informazioni pertinenti.

La società ha presentato JDA Luminate Control Tower, una soluzione Software as a Service (SaaS) che funziona come una torre di controllo che consente alle aziende di identificare, interpretare e agire in tempo reale, basandosi sulle informazioni provenienti dall'intera supply chain e dall'ecosistema digitale esteso, che può includere social media, dati da fonti specializzate terze, fornitori, etc.

Questo consente alle aziende di rilevare eventi imprevisti in tutte le supply chain, identificare il potenziale impatto delle interruzioni effettive e potenziali o dei cambiamenti della domanda e applicare azioni correttive grazie alle indicazioni basate sul machine learning.

«L’inatteso si inserisce in un concetto più ampio: una supply chain in cui IoT, intelligenza artificiale, machine learning, robotics, big data analytics, conducono verso concetti differenti. Siamo in una fase di disruption e per rispondere a queste problematiche abbiamo portato sul mercato questa soluzione».

Basata su Microsoft Azure, JDA Luminate Control Tower fornisce tre funzioni chiave per far funzionare il centro di controllo crisi per le moderne supply chain globali: visibilità in tempo reale di tutto l'ecosistema digitale formato da partner e terze parti, una piattaforma collaborativa e connessa, e raccomandazioni per supportare una pianificazione degli scenari.

JDA Luminate Control Tower conduce analisi what-if per le diverse opzioni, quindi raccomanda o esegue azioni che bilanciano le esigenze a breve termine con obiettivi strategici a lungo termine.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome