Intel è pronta. Apple pure. Inizia la nuova era della Mela

A San Francisco Steve Jobs e Paul Otellini presentano i primi notebook e desktop con cuore Core Duo. Sei mesi prima del previsto, l’accordo è realtà.

Intel è pronta.
Apple pure.
Due semplici battute, tra
Steve Jobs e Paul Otellini, e il mistero è stato
svelato.
Con sei mesi di anticipo rispetto quanto dichiarato tempo fa,
l'accordo stretto lo scorso anno tra Apple e Intel prende forma e corpo e la
transizione dalla piattaforma PowerPc alle nuove architetture Intel, prevista
per il prossimo mese di giugno, è di fatto già iniziata.

L'apertura del
MacWorld di San Francisco segna dunque il primo passo della nuova era di
Apple
e Steve Jobs è tornato a sorprendere annunciando ben più che un
restyling ma un vero e proprio rinnovo dell'offerta notebook, che trova
espressione nei nuovi MacBook Pro.

Con MacBook Pro,
dunque, Apple lancia i suoi primi portatili con processori Intel Core
Duo
.
Case in alluminio di 2,54 cm di spessore, 2,5 kg di peso,
videocamera iSight integrata, interfaccia multimediale Front Row (che permette
agli utenti di ascoltare musica e guardare foto, film e Dvd ovunque si trovino)
con telecomando Apple sono le principali caratteristiche di questa macchina,
disponibile dal mese di febbraio a 2.159 euro, Iva inclusa, che di fatto va a
sostituire i PowerBook G4, rispetto ai quali vanta velocità quattro volte
superiori.

Oltre alla scheda grafica Ati Mobility Radeon X1600, a
Bluetooth 2.0, connettività wireless AirPort Extreme a 54Mbps 802.11g WiFi, i
nuovi notebook includono iLife '06, l'ultima generazione della suite di
applicazioni per il digital lifestyle, con versioni aggiornate di iPhoto, iMovie
HD, iDVD, GarageBand e, novità assoluta, iWeb per creare siti web con foto, blog
e podcast, e pubblicarli su .Mac dove saranno accessibili a tutti i navigatori
di Internet con un solo clic.

Ma non è tutto.
Core Duo entra anche
nei nuovi iMac, che, con caratteristiche analoghe ai MacBook
(videocamera iSight e interfaccia FrontRow incluse), sono già disponibili
commercialmente a un prezzo di 1.379 euro.

La configurazione standard
prevede unità ottica SuperDrive per la masterizzazione di Dvd di qualità
professionale, 512MB di memoria SdRam Ddr2 a 667MHz espandibile fino a 2GB, fino
a 500GB di capacità storage dell'hard disk, e scheda grafica ATI Radeon X1600.

Quanto alla connettività, il nuovo iMac include Gigabit Ethernet 10/100/1000
Base-T, AirPort Extreme, Bluetooth 2.0, cinque porte Usb (di cui tre Usb 2.0) e
due porte FireWire 400.
Lcd widescreen da 17 pollici.

Per quanto
riguarda gli iPod, la novità è il piccolo controller (costo 49
dollari) che trasformerà i lettori Mp3 in radio sintonizzatori Fm.
Era una
novità attesa, in questo caso, dunque, confermata.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here